Eventi » Eventi » Racconti » Maratona di Siviglia 2022
Maratona di Siviglia 2022

Maratona di Siviglia 2022

Domenica scorsa, 20 febbraio 2022, si è disputata la 37° edizione della maratona di Siviglia. Al via si sono presentati all’incirca 10.000 atleti, tra i quali tantissimi italiani.

Eleonora Corradini

25 Febbraio 2022

0

Domenica scorsa, 20 febbraio 2022, si è disputata la 37° edizione della maratona di Siviglia, città andalusa situata nella parte sud-occidentale della Spagna.
Al via si sono presentati all’incirca 10.000 atleti, tra i quali tantissimi italiani.

Il percorso

Il circuito della maratona di Siviglia è uno tra i più veloci d’Europa; completamente pianeggiante, a parte due piccoli sottopassaggi posti nella prima parte di gara. Il percorso attraversa inizialmente il quartiere di Triana per poi proseguire verso la stazione attorno il 20° km e verso lo stadio del Siviglia (km 26) e del Betis Siviglia (km 30), per poi percorrere l’ultima parte di gara nei punti più emblematici e significativi della città; Plaza de Espana al km 33, una piazza semicircolare veramente maestosa, simboleggiante l’abbraccio della Spagna alle sue colonie. Al km 38 si transita per la Macarena, un quartiere storico popolare che ospita particolari negozi e il Mercado de la Feria. Gli ultimi tratti della maratona oltrepassano la Giralda, la torre campanaria della magnifica Cattedrale di Siviglia, e la Torre dell’oro, una torre di controllo militare composta da dodici lati che si erge sul lungofiume della città andalusa. L’arrivo, come la partenza, è posto su Paseo de las Delicias, una strada molto larga che affianca il Guadalquivir, il fiume di Siviglia (l’unico fiume navigabile in Spagna).

 

L’expo

L’expo è organizzato fuori dal centro storico, vicino l’aeroporto, esattamente al palazzo delle Esposizioni e dei Congressi (FIBES). Il luogo del ritiro pettorali e del pacco gara è posto all’interno dell’expo ed è facilmente trovabile e raggiungibile.

La maratona

La maratona di Siviglia è caratterizzata dal clima gradevole, totalmente ideale, per correre tale distanza. La temperatura solitamente si aggira attorno ai 20° e anche quest’anno il clima ha confermato il ruolo di alleato per ogni atleta presente sul percorso e in gara.
La zona di partenza è stata suddivisa in griglie, in base al miglior tempo di ogni atleta entro gli ultimi due anni. Nonostante la partenza sia unica, e non intervallata a tempo in base alle griglie, non si sono mai creati ingorghi particolari, in quanto il tratto stradale, soprattutto nella prima parte, era molto ampio.
I ristori sono stati molto soddisfacenti: un ristoro ogni 5 km (acqua, Sali minerali, banane e gel) intervallati dopo 2,5 km da una stazione di rinfresco con soli liquidi (acqua e Sali minerali).
Ciò che realmente differenzia questa maratona rispetto a tante altre, è il favoloso tifo, pressoché continuo per tutta la lunghezza del percorso. Realmente caloroso e di grande aiuto per tutti gli atleti presenti ed erano davvero tantissime le persone presenti ai lati della strada per incitare chi correva.

 

I vincitori e i risultati degli italiani

La maratona è stata vinta in campo femminile dall’etiope Alemu Megertu con un tempo finale di 2h 18’ 51’’, e in campo maschile dall’etiope Asrar Abderehman che ha chiuso la sua maratona in 2h 04’ 43’’. Da segnalare, a livello nazionale, il grande risultato di Daniele Meucci che ha abbattuto per la prima volta il muro delle 2 ore e 10 minuti (2h 09’ 25’’ il suo crono finale). Bene anche gli altri italiani elite presenti: 2h 11’ 24’’ per Stefano La Rosa, 2h 11’ 43’’ per Daniele D’Onofrio e 2h 12’ 48’’ per Renè Cuneaz.

La mia gara

E’ stata una bellissima esperienza, e nonostante le tante gare disputate, sono riuscita ancora una volta ad emozionarmi, faticando a trattenere la commozione nella parte finale di gara. Dopo una gravidanza e questi sette mesi da neo mamma, ancora in fase di allattamento, ho disputato una buona maratona, anche oltre le ben più auguranti previsioni sperate. Ho corso una maratona dopo un anno e mezzo lontana dalle gare e aver fermato il cronometro in 3h 22’ è stato realmente bellissimo. Siviglia è una città veramente fantastica e calorosa, e correre al suo interno è stato altrettanto piacevole. Consiglio a tutti di provare questa esperienza perché realmente merita tantissimo.


Leggi anche:

Allenarsi per la maratona: 6 consigli