Quali ritmi d’allenamento tenere quando fa caldo

Correre quando fa molto caldo è un’impresa, ma possiamo continuare ad allenarci adottando una serie di strategie che alleggeriranno il carico, anche a livello mentale. Scopriamo quali.

Redazione ENDU

Estate. Il termometro si è alzato parecchio e tutto è diventato più faticoso, compreso l’allenamento. Ma come spesso succede ‘ciò che è difficile, ti fortifica’ e paradossalmente anche il caldo può diventare un alleato per i nostri lavori di corsa.
Per prima cosa cerchiamo di essere clementi con noi stessi e non guardiamo il cronometro in modo ossessivo cercando tempi e sensazioni di quando ci allenavamo con una temperatura più congeniale; scegliamo un orario di allenamento migliore per questo periodo, tipo la mattina presto oppure la sera; idratiamoci, escogitando modalità adatte per noi (giri a loop in un parco per incrociare una fontanella, usare il camelbak o una cintura portaborraccetta).

E se abbiamo un obiettivo importante per l’autunno, tipo una maratona? Come dobbiamo comportarci con la lista dei lavori da fare in presenza del caldo?
I lunghi: questo è il momento per iniziare a farli, magari con qualche accorgimento strategico, tipo spezzare l’allenamento in due tranche all’interno delle 24 ore: 20 km la sera e 10/12 km il mattino dopo (oppure 20 km al mattino presto e 10 o 12 km la sera stessa). Possiamo anche optare, ogni tanto, per qualche allenamento lungo di bici che aiuti a mettere volume sulle gambe, con la consapevolezza però che non potrà mai sostituire completamente il vero lungo di corsa.
Le ripetute: non possiamo abbandonarle, in questo periodo, anche perché sono tra quei pochi lavori che alzano ritmi e performance. Per gestirle nel modo giusto, possiamo andare in pista e bagnarci la testa tra una ripetuta e l’altra; oppure andare su un tratto di strada e, con l’aiuto di un GPS (qui Micol indossa il nuovo Kiprun 500 by Koros), percorrere il tratto esatto, facendo attenzione a fare il recupero all’ombra.
Il medio: è un ritmo impegnativo da gestire con il caldo e un escamotage potrebbe essere di spezzarlo in due. Es. se dobbiamo correre 10 km a fondo medio, fare due blocchi da 5 km e intervallarli con 5 minuti di fondo lungo. Oppure un’altra idea simpatica è partecipare a qualche garetta serale su distanza breve. Con una birra finale, ovviamente!

In collaborazione con Volkswagen Veicoli Commerciali e Decathlon

condividi

commenti

Non ci avevo pensato, ricordo però che in pista con il caldo, era stato preparato dagli organizzatori una spruzzata con un vaporizzatore su un punto della pista. Per le ripetute poi mi porterò la dedele borraccia ma questa volta per raffreddare la testa.

Felice Fasolato - 2022-08-14 10:49:20

leggi commenti

scelti per te

newsletter

Rimani sempre aggiornato grazie alla nostra newsletter!

vai su

Endu

rispettiamo l'ambiente

Questa schermata consente al tuo schermo di consumare meno energia quando la pagina non è attiva.

Per continuare a navigare ti basterà cliccare su un punto qualsiasi dello schermo o scorrere la pagina.

Clicca qui se invece vuoi puoi disabilitare questa funzionalità per i prossimi 30 giorni. Si riattiverà automaticamente.
Info
Trovata una nuova versione del sito. Tra 5 secondi la pagina sarà ricaricata
Attendere...

Se non vuoi attendere clicca questo link