Lifestyle » Lifestyle » Wellness » Mens sana in corpore sano: correre per stare bene
Mens sana in corpore sano: correre per stare bene

Mens sana in corpore sano: correre per stare bene

La corsa apporta benefici sia al fisico che alla mente. Spesso, infatti, aumenta l’autostima e il benessere psicologico.

Nicolò Ragazzo

16 Giugno 2021

2

La corsa suscita indubbiamente molte emozioni. Ogni runner ha le proprie ragioni per correre e di conseguenza prova emozioni e ricordi differenti in ogni singolo passo del proprio gesto atletico. Si può correre per restare in forma, si può correre per passare del tempo con le amiche o con gli amici e si può correre per allenarsi per le più svariate competizioni. La corsa però può anche servire per osservare il panorama e per godersi lo spettacolo che la natura che ci circonda ci ha donato.

La corsa può essere anche ricerca di suoni, di odori e di culture diverse dalle nostre.

Può essere anche un valido aiuto per conoscere meglio noi stessi, nuovi obiettivi e nuovi traguardi, per tornare diversi da come si è partiti. Possiamo considerare in questo caso un periodo più o meno lungo di sessioni di corsa o anche semplicemente la singola seduta. Tutto è soggettivo.
Noi runners sappiamo che la corsa non apporta soltanto benefici al fisico ma anche alla mente. Spesso, infatti, la corsa aumenta l’autostima e da forza mentale. Problemi e pensieri vengono scacciati e la mente inizia a vagare. Inoltre vengono rilasciate endorfine che producono sul nostro fisico una piacevole sensazione di benessere, oltre a ridurre lo stress. I problemi della vita di tutti giorni vengono spesso ridimensionati e affrontati con una maggiore sicurezza di sé e con una maggiore stabilità emotiva.

 

Si può “viaggiare con la corsa” ed emozionarsi correndo?

L’Italia è uno dei Paesi più belli del mondo. Tutto il territorio dello stivale è ricco di magnifici scorci e di meraviglie che vanno per forza valorizzate e visitate. La corsa ti permette di “sgattaiolare” da una parte della città all’altra, di attraversare pianure interminabili e di lasciare il proprio passo in qualsiasi sentiero collinare o montano che sia. Correre tra i monti regala senza dubbio viste mozzafiato e quel senso di leggerezza e freschezza dato dall’altitudine.

Il “viaggiare di corsa” potrebbe essere una nuova rivoluzione ed un’introduzione che si affianca al ciclo-turismo nel mondo dei viaggi. Un modo unico di unire la propria passione per la corsa alla scoperta di paesaggi meravigliosi, correndo in completa solitudine o coi propri amici. La corsa regala di per sé emozioni uniche, ma affiancata al turismo e/o al viaggio (inteso sia come viaggio fisico che mentale) sa donare al runner molto più.

Pensiamo ad esempio al trail running. Un fenomeno molto in voga negli ultimi anni. C’è chi sceglie la classica strada e prova a scoprire percorsi impegnativi e molto allenanti o chi preferisce corre tra le montagne, perdendosi tra i sentieri. Panorami, pendenze, luoghi unici sono un denominatore comune per chi sceglie avventure di questo tipo. Boschi verdi, aria incontaminata e decine di sentieri da godersi come meglio si crede. Ognuno al proprio passo ed ognuno a modo suo!

 

Ogni persona è libera di interpretare questo “concetto” come meglio crede dando spazio e sfogo al proprio istinto, alle proprie emozioni e ai propri valori.