Preparazione » Alimentazione » Preparazione » I tre alimenti fondamentali sulla tavola di uno sportivo
I tre alimenti fondamentali sulla tavola di uno sportivo

I tre alimenti fondamentali sulla tavola di uno sportivo

I tre alimenti fondamentali sulla tavola di uno sportivo? Fabio Pezzoni, nutrizionista e Ironman, risponde: Avena, Yogurt greco e Zenzero.

Fabio Pezzoni

05 Luglio 2021

3

Nell’articolo di oggi voglio rispondere ad una domanda che mi viene fatta spesso dai miei atleti ovvero : “cosa non deve mai mancare sulla tavola di uno sportivo?”.

Non è così facile e veloce rispondere in quanto sono davvero tanti gli alimenti che reputo “importanti” ma per farlo ho pensato di guardare in primis sulla mia di tavola ed osservare cosa c’è sempre e non manca mai!

Partiamo dall’avena, ricca di fibre come i betaglucani, carboidrati complessi ed altri micronutrienti come la vitamina B. Cereale che uso tantissimo sia come farina per fare i pancakes al mattino oppure come fiocchi d’avena per farmi un porridge freddo. Ecco, su quest’ultimo mi soffermo un attimo in quanto chi mi segue sa che adoro questo pasto come colazione. È veramente una bomba di energia se fatto con bevanda vegetale e guarnito con frutta secca o miele, o banana ecc. Provatelo! L’importante è mangiarlo non troppo a ridosso dell’attività fisica, meglio 1h30 – 2h prima per avere modo di digerirlo completamente.

 

 

Il secondo alimento che non manca mai nel mio frigorifero è lo yogurt greco. Se ci pensate è un alimento veramente eccezionale: adatto agli intolleranti al lattosio, ricco di proteine di qualità, vitamine del gruppo B, calcio e fosforo, basso tenore di grassi (quello 0%) e con uno scarso quantitativo di zuccheri semplici (quello bianco). Io lo mangio sempre a colazione insieme a del pane tostato e marmellata fatta in casa o come post allenamento insieme ad esempio a dei mirtilli freschi; è un alimento perfetto – provare per credere.

 

 

L’ultimo alimento, ma non per importanza, è lo zenzero.

Ha innumerevoli proprietà tra cui ad esempio quelle antiinfiammatorie, antiemetiche, carminative, migliora le funzionalità digestive, decongestionante delle vie respiratorie ecc.

Io lo uso in questo periodo all’interno di una bevanda fredda da gustare durante il giorno, come decotto o infuso (a seconda che si utilizzi il risozima o la polvere – le metodiche di preparazione sono molto diverse). Risultando una bevanda molto fresca e dissetante, la consiglio per coloro che hanno difficoltà a bere acqua durante il giorno; vi risulterà piacevole e vi lascerà in bocca quella freschezza di cui non potrete fare a meno.

 

 

Nel prossimo articolo vedremo altri 3 alimenti che potranno tornarvi utili in questo periodo di forte caldo.