Preparazione » Allenamento » Preparazione » Come nuotare più veloce con 5 aspetti da considerare
Come nuotare più veloce con 5 aspetti da considerare

Come nuotare più veloce con 5 aspetti da considerare

Per limare secondi e migliorarsi, la maggior parte dei nuotatori trascorre tantissimo tempo in acqua tralasciando erroneamente analisi di obiettivi e prestazioni

ENDUswim

17 Novembre 2020

0

Quando ci addentriamo nei meandri del “come nuotare più veloce”, non ci sono molti aspetti motivanti come il semplice atto di scrivere il tuo allenamento prima di eseguirlo.

Potrebbe sembrare un’affermazione provocatoria ma non la è assolutamente. Non solo questa semplice operazione è in grado di fornirti un forte senso di responsabilità e di poter padroneggiare l’allenamento, ma è anche dimostrato che alla fine ti aiuta veramente a nuotare più velocemente.

Non ci credi? Continua a leggere questa mini guida su come nuotare più veloce e capirai il perché.

Come nuotare più veloce, primo step: annotare i tuoi obiettivi ti rende più propenso a raggiungerli.

I nostri obiettivi solitamente tendono a fluttuare insieme alla corrente, nel resto dei nostri pensieri. Un giorno siamo convinti di essere invincibili e di poter fare tutto, il giorno dopo, magari in seguito ad un allenamento sottotono, ci facciamo sopraffare dallo sconforto e dalla demotivazione.

Scrivere un obiettivo lo rende più reale. 

Strappa il tuo obiettivo dal flusso e riflusso della mente e collocalo nella realtà. Una ricerca condotta dalla Dominican University of California ha dimostrato che scrivere i propri obiettivi incrementa la probabilità di raggiungerli fino al 42% in più.

In pratica:

  • Scrivi i tuoi obiettivi per i grandi appuntamenti dell’anno.
  • Domenica sera scrivi gli obiettivi che hai per la settimana. Frequenza, impegno, piccoli extra.
  •  Trascorri un paio di minuti prima di ogni allenamento e scrivi 1-2 obiettivi da raggiungere assolutamente durante quella sessione.

Il primo passo per raggiungere un obiettivo è imprimerlo su carta per ispirare e motivare quell’azione.

Come nuotare più veloce, con un diario degli allenamenti: hai il doppio delle probabilità di avere successo.

Uno dei modi per raddoppiare le prestazioni è quello di tenere un diario degli allenamenti. Durante uno studio condotto su oltre 1.700 persone presso John Hopkins e Duke, i ricercatori hanno scoperto che i partecipanti che registravano l’assunzione giornaliera di cibo in un diario perdevano il doppio del peso rispetto a quelli che non tenevano alcuna traccia.

Esistono diversi tipi di diari di allenamento per il nuoto, il più famoso e utilizzato è YourSwimBook, diario di allenamento progettato e utilizzato da nuotatori agonisti e master in tutto il mondo.

Tenere un diario permette di vedere schemi e abitudini del tuo allenamento, così come il tuo stile di vita al di fuori della piscina e capire cosa influenza le tue prestazioni.

Come nuotare più veloce tramite la responsabilità: ti assumerai la responsabilità del tuo nuoto.

Stranamente, la semplice pratica di tracciare i tuoi allenamenti ha l’effetto di farti desiderare di assumerti la responsabilità di ciò che andrai a fare. Sapere che dopo dovrai scrivere la tua prestazione è sufficiente per farti desiderare di fare uno sforzo in più .

Una meta-analisi degli studi sulla perdita di peso dal 1993 al 2009 ha rilevato che i partecipanti a cui era stato chiesto di monitorare autonomamente il proprio regime alimentare e fitness avevano maggiori probabilità di esercitare più attività fisica. In altre parole, sapere che i loro comportamenti e azioni venivano misurati era sufficiente per spingerli a compiere uno sforzo maggiore.

Per esperienza personale posso dirti quante volte sono stato a metà allenamento, lottando per portarlo a termine, quando il solo pensiero di dover tenere traccia di  un allenamento mediocre, mi ha spinto a dare qualcosa in più.

Il monitoraggio dei tuoi allenamenti ti garantirà allenamenti perfetti e costanti ogni volta che entrerai in vasca?

No. Ma aiuterà a trasformare quegli allenamenti mediocri in allenamenti sufficienti B per rendere quei due minuti di registrazione totalmente utili.

Come nuotare più veloce tramite la pianificazione dell’allenamento.

Utilizzare un piano di allenamento significa impostare obiettivi stagionali tramite un adeguato schema prestazionale.

Alcuni nuotatori arrivano persino a fissare ritmi o tempi in determinati momenti dell’anno. Per alcuni questo potrebbe essere intimidatorio o imponente, ma una ricerca condotta dall’American Psychological Association ha dimostrato che quando i partecipanti hanno dichiarato dove e quando avrebbero completato un compito specifico, era più probabile che lo completassero .

Pensandoci bene, affermazioni di questo tipo non offrono un stimolo produttivo nella nostra mente:

Un giorno inizierò a nuotare a dorso. Quando sarò all’altezza, proverò a migliorarmi sui 400m. Prima o poi nuoterò sotto gli 1′ 30” sui 100m stile.

Invece di obiettivi ambiziosi, siediti con il tuo diario  e annota quando, dove e come farai le cose che vuoi fare.

Come nuotare più veloce tramite con una motivazione regolare

Uno degli aspetti mentalmente più difficili dell’essere un nuotatore è la pazienza necessaria per progredire. Ci alleniamo per un paio di allenamenti e siamo delusi quando le cose non migliorano immediatamente. Lavoriamo duramente per mesi e mesi, spesso rallentando nella tecnica, a volte anche sovrallenandoci, senza considerare che spesso creiamo situazioni in cui i guadagni sono sepolti sotto strati e strati di affaticamento fisico.

In queste circostanze è facile vedere come possiamo essere frustrati e delusi da tale processo.

Dopotutto, viviamo in una cultura che richiede gratificazione istantanea, quindi perché dovrebbe essere diverso con il nostro nuoto?

Tracciare i tuoi allenamenti nel diario, di giorno in giorno, ti dà un immediato senso di gratificazione e conforto nel sapere che ti sei presentato, hai lavorato duramente e sei rimasto fedele al piano di gioco a lungo termine.

I risultati sono proprio lì sulla carta per farti vedere e sentirti bene.

Vedere il lavoro che hai investito nel pool ti aiuterà a sentirti sicuro, sapendo che stanno arrivando quelle esibizioni alla grande.

Certo, queste piccole scosse motivazionali potrebbero non essere così profonde come quando vai nel momento migliore, ma lo slancio che deriva dalle normali “piccole vittorie” si accumula in un’ondata di azione e risultati accumulati.

The Takeaway

Se prendi sul serio il tuo nuoto, devi misurarlo.

La nostra attenzione e la nostra energia saranno sempre dirette verso le cose che tracciamo e misuriamo, quindi siediti con il tuo diario, scrivi alcuni obiettivi e segui l’andamento del tuo allenamento.

Photo by chuttersnap on Unsplash