Lifestyle » Lifestyle » Wellness » L’importanza del gruppo
L’importanza del gruppo

L’importanza del gruppo

Il senso di gruppo o meglio di appartenenza ad un gruppo, ad una comunità o ad un movimento ha senza dubbio un riscontro positivo nella vita di tutti i giorni.

Nicolò Ragazzo

26 Luglio 2021

0

Il senso di gruppo o meglio di appartenenza ad un gruppo, ad una comunità o ad un movimento ha senza dubbio un riscontro positivo nella vita di tutti i giorni.

Un famoso detto dice che l’unione fa la forza. Ciascun individuo del gruppo, infatti, può ottenere molteplici vantaggi della cooperazione e del sostegno altrui. Chi entra in un gruppo accetta di mettersi in gioco e di collaborare con gli altri per una miglior riuscita degli obiettivi comuni.

È molto importante “sentire” il proprio ruolo ed esserne consapevoli non può che accrescere la nostra autostima. Altrettanto importante è non diventare schiavi e succubi della realtà in cui si vive e non essere ossessionati dall’appartenere a questa realtà comunitaria.

Quando si parla di sport spesso vengono differenziati gli sport di squadra da quelli individuali. Il più delle volte si sottovaluta che anche nei cosiddetti sport individuali esistono molte dinamiche di coesione e condivisione nonché veri e propri team o SQUAD stessi.

Durante gli allenamenti o in ogni caso dietro al singolo atleta, c’è una vera e propria squadra che lo sostiene e lavora con e per lui. Basti pensare all’allenatore, ai preparatori, ai fisioterapisti, ai nutrizionisti e tutto quello che può girare attorno, inclusi gli sponsor e i familiari.

 

 

Oltre a tutto questo ci sono spesso più atleti che collaborano a vicenda, che si stimolano e condividono quotidianamente passione e fatica, obiettivi e soddisfazioni.
Lavorare in gruppo permette di “alleggerire” anche solo mentalmente i carichi di lavoro e di supportarsi reciprocamente. Molte volte ci sono individui del gruppo che si sentono più deboli o che sentono di dover esporsi di più per dimostrare qualcosa a qualcuno. La realtà è che ogni individuo del gruppo è diverso e proprio perché tale può apportare alla collettività qualcosa di nuovo ed utile che può servire da stimolo per tutti.

Ne viene da sé, che maggiori sono la coesione del gruppo, il senso di appartenenza e responsabilità e la dedizione da parte di ogni componente, maggiore sarà la resa e la performance di tutti.

All’interno del gruppo è essenziale come detto prima, avere dei ruoli e rispettarli. Questi ruoli possono essere decisi di comune accordo, venire da sé o addirittura essere imposti. In ogni gruppo dev’esserci un leader. Quando si parla di leadership nello sport, si pensa solitamente al coach della squadra o all’istruttore.

 

 

 

Questo importantissimo ruolo però può essere svolto anche da un altro membro del gruppo che sia un atleta professionista o un amatore.

Il leader è colui che si differenzia dalla massa e spicca per le sue doti di gestione e influenza sugli altri. Molti atleti ricercano in altri questa figura in quanto ripongono stima e fiducia nel leader che sarà colui che guiderà il team verso il successo prestabilito. Questo successo può essere inteso come vittoria di una gara o di un campionato, ma anche come la buona riuscita di un allenamento o la scampagnata rilassante post allenamento.

La cosa essenziale che non deve mancare mai è il dialogo tra i componenti. Questo non solo aiuterà le relazioni interpersonali ma aiuterà tutti a trovare il miglior equilibrio che porterà tutti al successo.