Preparazione » Miti da sfatare » Preparazione » Miti da sfatare. Le posizioni vietate dall’UCI fanno andare più veloci?
Miti da sfatare. Le posizioni vietate dall’UCI fanno andare più veloci?

Miti da sfatare. Le posizioni vietate dall’UCI fanno andare più veloci?

Laura Scaravonati supportata da Luca Facchinetti comparano le 3 posizioni in discesa vietate dall’UCI con quella legale e sicura.

Andrea Toso

25 Marzo 2021

1

Miti da Sfatare va a testare sul campo se le 3 posizioni aerodinamiche in discesa vietate dall’UCI abbiano motivo di venire utilizzate o meno, fermo il divieto che partirà dal mese di aprile, per tutelare la sicurezza degli atleti, e ridurre il rischio di emulazione.

Ovviamente il test che vedrete è stato fatto da un atleta allenato, con centinaia di ore in sella; quindi, come si suol dire: “DON’T TRY THIS AT HOME”!

Anche perché in gara le posizioni saranno motivo di squalifica.

Laura Scaravonati è in compagnia di Luca Facchinetti, ex triathleta professionista ed allenatore che percorrerà una singola discesa diverse volte per raccontare in dati e sensazioni cosa cambi nelle 3 posizioni vietate, comparate alla posizione legale.

Luca Facchinetti per l’occasione utilizza un kit Hardskin Navier Stokes Aero e Canyon Endurace CF SLX Disc 8.0 eTap con ruote in carbonio a profilo medio, il peso di circa 7 Kg.

Laura ci spiega con Luca fermo le posizioni che verranno utilizzate.

Per prima quella legale: bacino in sella, mani in presa bassa, posizione aerodinamica.

Si passa quindi alla prima vietata, la posizione supertac o Froome. Nel 2016 questa posizione gli permise di staccare il gruppo al Tour de France, nell’ottava tappa, in una discesa di 15 km: mani in presa bassa, busto proteso oltre il manubrio, bacino seduto sul tubo orizzontale.

La seconda posizione vietata sarà la “Pantani”: presa bassa, petto appoggiato sulla sella e bacino a sfiorare la ruota posteriore.

La terza posizione vietata ed in test con Luca Facchinetti sarà la “Sagan”: presa bassa, posizione raccolta con bacino incastrato sotto la sella e testa tra le corna del manubrio.

Laura Scaravonati segue le discese di Luca a bordo del Volkswagen California Beach di ENDUchannel, e le riprese ti portano anche a bordo della Canyon per capire la sensazione immediata nelle quattro posizioni.

Nel prosieguo del video vengono analizzati i dati dal ciclocomputer utilizzato, istantanei e da report successivo.

Velocità massima e velocità media sono i due dati principali analizzati sulla discesa di Padenghe sul Garda.

La classifica finale delle discese presenta delle sorprese, ma ti lascio il piacere di scoprire da solo l’esito di questo test comparativo, fermo restando che la posizione legale a breve sarà solo la quarta.


In collaborazione con Volkswagen Veicoli Commerciali