Preparazione » Preparazione » Sport Kitchen » Sport Kitchen: da biker a chef in Val di Sole, la cucina di Simone Iob
Sport Kitchen: da biker a chef in Val di Sole, la cucina di Simone Iob

Sport Kitchen: da biker a chef in Val di Sole, la cucina di Simone Iob

Iader Fabbri per la rubrica Sport Kitchen si ferma a scoprire la cucina di Simone Iob, presso il ristorante la Vecchia Canonica in Val Di Sole  

Andrea Toso

16 Marzo 2021

0

Iader Fabbri a bordo del Volkswagen Caravelle di ENDUchannel prosegue la sua ricerca di ristoranti che possano adattarsi alla sua filosofia alimentare per sportivi, ed approda in Val di Sole.

Il ristorante in cui si ferma Iader è quello della famiglia di Simone Iob, ex biker in mtb con ottimi risultati fino all’under 23, momento in cui tra la carriera sportiva e quella lavorativa, ha scelto di portare avanti l’azienda di famiglia, in cui come vedremo si occupa della cucina.

L’obiettivo per noi sportivi è coniugare una sana alimentazione coniugando anche l’aspetto del gusto e, quando possibile, anche la convivialità.

La ricetta che propone Simone Iob presso il proprio ristorante “La vecchia canonica” si basa su prodotti tipici del Trentino, rispettando comunque il bilanciamento tanto caro a Iader: involtini di carne salada con tortel di patate e cialda di polenta.

Ci sono quindi i macronutrienti fondamentali: carboidrati in patate e polenta e una quota proteica derivante dalla carne salada. I tortini di patate, in dialetto tortel, possono essere fatti sia in forno che fritti, e Iader ci riempie di gioia asserendo che il fritto non è da condannare sempre e comunque, ma il nostro corpo deve essere stimolato alle “super compensazioni”, tanto nel  fisico quanto nel fegato, verrebbe da dire.

Il cavolo viola affettato finemente viene mescolato con fettine di mele golden e formaggio Casolet della Val di Sole, e il composto bagnato con olio Evo del Garda.

L’olio deriva dalle coltivazioni di ulivi sul lago di Garda, il cui microclima mediterraneo permette una maturazione ideale. La mela golden che viene scelta da Simone Iob, tipica della Val di Non e Val di Sole, ha la particolare colorazione rossa data dagli sbalzi termici delle notti, che regala una punta di acidità al ripieno degli involtini.

La carne salada viene stesa tagliata fine se usata cruda come contenitore per gli involtini, leggermente più spessa se verrà scottata. Il ripieno a base di cavolo, formaggio Casolet, mela Golden e olio del Trentino viene steso e arrotolato dalla carne salada.

L’involtino viene rifinito ed impiattato con i tortel di patate, ovviamente sempre rigorosamente trentine, e le croste di polenta preparate a parte.

Gli ingredienti sono bilanciati, scelti con cura con l’approvazione di Iader Fabbri, per cui abbiamo scoperto un nuovo piatto facile da preparare.

La Val di Sole accoglie i turisti e gli appassionati dello sport 12 mesi l’anno: dallo sci, sci alpinismo e ciaspole in inverno fino alla mtb, bici da strada, trekking e rafting d’estate: un’altra valle da visitare e godersi a 360 gradi.

Un brindisi con lo spumante Trento doc ed è tempo di rimettersi in movimento, dopo essersi segnati in un post it “visitare la Val di Sole”.


In collaborazione con Visit Trentino e Volkswagen Veicoli Commerciali.