Preparazione » Allenamento » Preparazione » Allenarsi per la maratona – distanza e allenamenti settimanali

Allenarsi per la maratona – distanza e allenamenti settimanali


Allenarsi per la maratona – distanza e allenamenti settimanali


Vuoi correre una maratona senza dare importanza al il tempo finale oppure vuoi correre 42,195 km al massimo delle tue potenzialità?

Eleonora Corradini

29 Giugno 2021

1

S’inizia sempre con il primo passo, con il primo allenamento. Il più delle volte, successivamente, ci si innamora perdutamente della corsa. E se di questo sport vogliamo trovare una “distanza regina”, non possiamo far altro che nominare la Maratona.

La maratona è una distanza simbolo, storia e presente di questo sport.
Per l’atletica leggera è la distanza massima olimpica, ma se preparata e allenata in modo sufficiente, è accessibile a tutti.

  • Quanti km devo correre settimanalmente?
  • Quanti allenamenti devo fare?

Come in ogni occasione, anche per la maratona, è importante precisare che ci sono tanti fattori che influiscono sulla preparazione.

Bisogna considerare l’esperienza dell’atleta,  gli obiettivi finali (basta finirla e arrivare al traguardo? O si sta cercando una prestazione massima dal proprio corpo?), bisogna valutare il tempo che una persona vuole mettere a disposizione per allenarsi e tanti altri personali fattori.

Suddividerò i miei consigli, in base all’obiettivo finale che chiunque si prefisserà.

Vuoi correre 42,195 km senza dare importanza al il tempo finale, e magari non sei disposto ad allenarti tutti i giorni?

Bene, scarpette ai piedi e preparati a correre per 4 volte a settimana. Per quanto? Almeno 60-65 km prediligendo, se possibile, un allenamento più lento e lungo nel week end e tre allenamenti più brevi, magari con qualche lavoro di forza e di cambio ritmo, durante la settimana.

Vuoi correre 42,195 km al massimo delle tue potenzialità?

Bene, scarpette ai piedi e preparati a soffrire e ad abbattere la sofferenza. Puoi correre 6 volte a settimana, percorrendo anche 100 km (non meno di 75-80 km) settimanali. Ripetute, collinari e lavori specifici saranno il tuo pane quotidiano, intervallati da allenamenti di scarico e lunghi lenti nel fine settimana per allenare la resistenza.
E’ come sempre consigliato l’ingaggio di un coach preparato, in grado di aiutarti e di farti rendere al meglio.

Distanze e frequenza hanno il loro forte valore e influiscono decisamente sulla prestazione finale, ma semi-parafrasando un noto proverbio africano: “Non importano distanze e frequenza, l’importante è che cominci a correre!”

Buona maratona a tutti!