Preparazione » Preparazione » Sport Kitchen » Sport Kitchen: 5 regole per non ingrassare in zona rossa
Sport  Kitchen: 5 regole per non ingrassare in zona rossa

Sport Kitchen: 5 regole per non ingrassare in zona rossa

Per non cadere in tentazioni, in un momento in cui palestre e piscine sono chiuse, ecco 5 semplici regole per mantenersi in forma in zona rossa

Andrea Toso

07 Aprile 2021

0

Non poter uscire di casa per svolgere liberamente la nostra consueta attività fisica non è d’aiuto per la linea.

Bisogna trovare delle strategie per rimanere in forma anche in questi periodi di isolamento.

Nella puntata di  Sport Kitchen Iader Fabbri ci presenta le 5 regole per non ingrassare in zona rossa.

Semplici regole che potrebbero anche tornare utili anche tornati alla vita di tutti i giorni.

Primo consiglio.

Fame e noia non sono la stessa cosa. Molte persone raccontano a Iader, durante le visite, della sensazione di fame che hanno anche dopo aver concluso una cena ben equilibrata, composta da un antipasto di verdura e da proteine animali o vegetali un pasto bilanciato nei macronutrienti che anche dal punto di vista calorico dovrebbe saziare, ma un’ora dopo iniziano ad avere bisogno di mangiare nuovamente.

È davvero fame?

Un pasto composto da verdura, proteine e grassi impiegherà dalle 3 alle 4 ore per essere digerito, lasciando al nostro organismo la sensazione di sazietà, un pilastro della nutrizione moderna, su cui si basa parte della filosofia alimentare di Iader.

Questa non è proprio fame, come diceva all’autista Ambrogio la signora dei cioccolatini, è più “voglia di qualcosa”.  La soluzione a questa noia può essere uno spuntino bilanciato, con carboidrati proteine e grassi come una barretta Volchem Promeal Zone in regime di zona, prima di andare a dormire, attendendo un paio d’ore dalla cena.

Secondo consiglio.

Attività Fisica. Hanno chiuso palestre e centri sportivi, è vero, ma la tecnologia ci assiste e ci permette di fare allenamenti online di gruppo, individuali,  youtube, tutorial di yoga, insomma non abbiamo proprio scuse per non allenarci, Volere è Potere, specialmente se siamo obbligati in smart-working o se abbiamo perso il lavoro: anche l’esercizio fisico ci aiuterà a mantenere la motivazione e un umore migliore.

Terzo e quarto consiglio.

La spesa è importante. Avere in dispensa ed in frigo il giusto cibo ci aiuterà notevolmente a mangiare in maniera ottimale e su questo punto Iader spende 2 dei suoi 5 consigli.

Il terzo consiglio è quello di evitare di fare la spesa a stomaco vuoto: la fame ci porterà a fare acquisti impulsivi, cadendo in tentazioni che si ripercuoteranno sulla nostra dispensa e sull’alimentazione settimanale.

Il quarto consiglio è quello di fare la spesa con una lista compilata: acquistando solo le cose indicate sulla nostra lista non solo avremo adempiuto ai nostri “doveri” ma rischieremo meno di riempire il carrello di cibi superflui che non ci permetteranno di seguire la giusta alimentazione.

Quinto consiglio.

Stessi alimenti per tutti. È difficilissimo mangiare in maniera sana se il nostro commensale sta mangiando qualcosa di più sfizioso, noi un petto di pollo con verdure e davanti il nostro partner una succulenta pizza. Se ci si deve giocare un jolly alimentare così sia, ma per tutti!

Come anticipato queste sono regole universaliche possono essere seguite ogni giorno dell’anno, ma è innegabile che soprattutto in questo periodo in cui la motivazione può venire meno e la tentazione di rimanere sul divano, al posto di fare attività fisica, è fortissima…possano salvare la nostra linea.

Grazie a Iader Fabbri per la motivazione ed i consigli, iscrivetevi al canale ENDUchannel per rimanere informati sui nuovi video.


In collaborazione con Volchem