Lifestyle » Lifestyle » Wellness » Mobilità articolare: la routine ideale 
Mobilità articolare: la routine ideale 

Mobilità articolare: la routine ideale 

Il movimento è una caratteristica fondamentale della vita e gli esercizi di mobilità articolare hanno un ruolo chiave sulla nostra muscolatura.

Mikol Garulli

07 Gennaio 2021

3

Il movimento è una caratteristica fondamentale della vita e gli esercizi di mobilità articolare hanno un ruolo chiave sulla nostra muscolatura.

A causa di ripetuti movimenti, eccessivi stimoli non controllati, o mal postura, il nostro sistema muscolare va incontro a traumi e lesioni. Un muscolo cronicamente contratto non è più in grado di svolgere la propria attività in maniera ottimale, andando incontro ad un indebolimento funzionale.

Tutti presentiamo, in gradi diversi, zone contratte che fanno si che si creino schemi di movimento errati, esempio: spalle alzate, schiena curva, testa china che in alcuni casi diventano veri e propri atteggiamenti posturali consolidati o addirittura patologie. 

mobilità articolare
Come allenare la mobilità articolare?

E’ bene quindi tenere in considerazione tra le nostre attività, il lavoro sulla flessibilità e l’allungamento. Dovremmo pensare sempre a migliorare la nostra capacità di movimento a partire dalla realizzazione della più ampia escursione di movimento e quindi escursione articolare.

La flessibilità è l’unica qualità fisica che, se non allenata costantemente, regredisce già dopo i 10 anni di età.

Parliamo così di ROM (Range Of Move) che ci permette di utilizzare meglio le leve del nostro corpo ed evitare lesioni e traumi. Ne trovano beneficio la postura e la salute

Che cosa succede quando lavoriamo sulla flessibilità?

Con gli esercizi di allungamento consentiamo alle fibre muscolari che si sono accorciate con il tempo, di ritornare alla loro lunghezza naturale. E’ bene allenarsi per mantenersi in salute, ma è altrettanto importante dedicarsi a sessioni intere con cadenza costante, di allungamento e flessibilità che possano sollecitare nel modo corretto le articolazioni, la muscolatura e portare particolare attenzione alla postura.

Ecco cosa può influire sulla nostra flessibilità:

  • temperatura esterna 
  • elasticità del tessuto muscolare
  • capacità di contrazione e rilassamento muscolare
  • eventuali presenze di lesioni, traumi e cicatrici
  • età 
  • capacità individuale di svolgere gli esercizi
  • tessuto adiposo in eccesso o massa muscolare eccessiva

Alcuni di questi fattori sono soggettivi e personali mentre altri sono più esterni, portate attenzione ad entrambi e conoscetevi più profondamente per capire se le attività che state svolgendo sono adatte a voi e vi mantengono in salute, potrete comunque integrare quello che già state facendo con sessioni di allungamento, pilates e yoga.. 


“La flessibilità trionfa sulla rigidità, 

la debolezza sulla forza.

Ciò che è malleabile è sempre superiore a ciò che è inamovibile.”

Lao Tzu