Preparazione » Preparazione » School of... » Come migliorare la reattività dei nostri piedi

Come migliorare la reattività dei nostri piedi

Approfondiamo l’argomento della reattività dei piedi (che è fondamentale per ‘correre bene’) mostrando alcuni esercizi che si possono fare senza alcun attrezzo.
 

Lorenza Bernardi

27 Giugno 2022

4

È già da un po’ che stiamo parlando di reattività dei piedi, e l’abbiamo fatto partendo dallo stretching dinamico.
Oggi facciamo un passo avanti approfondendo una serie di esercizi da fare per acquistare un passo leggero ed efficace.

Ma cosa intendiamo quando parliamo di corsa efficace?
È la capacità di forza e di spinta dei nostri piedi, unita all’elasticità di muscoli e tendini e della rapidità di creare una risposta all’impatto del piede sul terreno.

Lo skip
Focus: quando il nostro piede atterra, bisogna creare una risposta rapida; il ginocchio si alza a seconda dell’altezza del gesto che vogliamo compiere (es. skip basso, alto, con doppio appoggio); la punta del piede è rivolta sempre verso l’alto. Il ginocchio si alza come risposta all’appoggio del piede a terra. Le braccia seguono un movimento oscillatorio; spalle rilassate.
Una variante dinamica è lo skip ‘pedalato’.

Rimbalzi su avampiede (avanzamento grazie all’impulso che l’avampiede dà a terra).
Focus: oltre agli avampiedi, lavorano i polpacci, il bicipite femorale e il gluteo. Tutto il nostro corpo è coinvolto. I nostri piedi devono fare ‘tap tap’ quando toccano terra.

 

Quindi, per ricapitolare: elasticità e reattività sono due fattori fondamentali da richiamare in ogni allenamento.
Consiglio: per fare questi esercizi, usiamo sempre scarpe con un drop tra gli 8/10 cm per non rendere ‘sordo’ il piede.

 

In collaborazione con Volkswagen California Beach