Tapis roulant: cos’è e come sfruttarlo al meglio

Tapis roulant: cos'è e come sfruttarlo al meglio

Micol Ramundo

Scopriamo quali vantaggi ci sono nell’allenamento indoor sul tapis roulant, quali tipologie di tappeti esistono e come sceglierli.

3 Novembre 2023

Condividi:

Chi considera la corsa come un’attività da svolgere all’aria aperta, meglio ancora se in mezzo alla natura, non vede certo di buon occhio il tapis roulant: correre al chiuso appare monotono e terribilmente noioso; inoltre, se lo si fa per riprendersi dopo un infortunio, viene spesso vissuto come una costrizione e in tal caso lo si associa al trauma subito e alla riabilitazione. Solo aspetti negativi, dunque? Non proprio… alle volte il tapis roulant può risultare addirittura vantaggioso.

Vantaggi del tapis roulant

Quali possono essere, dunque, i vantaggi di una corsa indoor su tapis roulant?

  • il tapis roulant ci permette di correre per evitare strade trafficate con una pessima qualità dell’aria. Non solo, ci permette di correre in qualsiasi condizione meteorologica, sia in inverno, quando fuori è buio e le temperature esterne sono rigide (e magari piove), ma anche in estate, quando la colonnina di mercurio fa registrare valori insopportabili, il più delle volte con un tasso di umidità insostenibile. In questi casi, restare al chiuso e poter regolare la temperatura dell’ambiente, può rivelarsi una scelta assennata e migliore per la nostra salute

difficoltà a correre in inverno

  • il tapis roulant può rivelarsi molto utile per personalizzare gli allenamenti, perché permette di correre in salita anche se si vive lontano dalle montagne e perché si possono impostare i parametri di velocità e di recupero che consentono di effettuare lavori di qualità come le ripetute
  • se il tapis roulant è davanti a uno specchio, è possibile anche curare la postura e migliorare quindi la tecnica di corsa
  • opportunità di monitorare costantemente l’andamento della corsa, visualizzando parametri come la distanza percorsa, la velocità o le calorie bruciate
  • c’è chi sostiene che sia più facile correre sul tapis roulant, perché il ritmo può essere mantenuto costante e perché non c’è la resistenza dell’aria né le variazioni del terreno. Inoltre, l’impatto è meno traumatico per le articolazioni rispetto all’asfalto, perché la superficie di contatto è più morbida

Tipologie di tapis roulant

Attualmente in commercio esistono due tipologie di tapis roulant: quelli elettrici, che funzionano con un motore interno che fa scorrere il nastro, e quelli magnetici, dotati di una resistenza magnetica e dove è il movimento delle gambe stesso a far scorrere il nastro.

  • I tappeti elettrici sono quelli professionali che troviamo nelle palestre e sono i più adatti alla corsa, anche perché assicurano una velocità costante.
  • I tappeti magnetici, invece, sono maggiormente indicati per la camminata in quanto, essendo privi di ammortizzazione, risultano piuttosto rigidi e quindi potenzialmente traumatici per la salute di tendini e ossa.

Come scegliere un tapis roulant

Utilizzo e requisiti

I modelli di tapis roulant in commercio sono moltissimi e la scelta può essere ardua: dipende dall’utilizzo che si intende farne. Se il tappeto è per uso casalingo, concorreranno in maniera significativa alla scelta caratteristiche come le dimensioni e la possibilità di piegarlo perché occupi il minor spazio possibile. Altre importanti variabili sono il materiale (alcuni sono realizzati in carbonio), la potenza del motore e la sua silenziosità.

È importante poi valutare:

  • la velocità (da 12 a 16 km/h),
  • il peso che riesce a sostenere (generalmente da 100 a 120 kg al massimo),
  • il numero di programmi preimpostati,
  • la possibilità di inclinare il piano della superficie di corsa,
  • la presenza del display LCD e le sue dimensioni,
  • la possibilità di impostare obiettivi di allenamento o di connettersi a smartphone e tablet tramite app,
  • accessori come il telecomando o i supporti per bevande, tablet o cellulare.

Budget

Per quanto riguarda i prezzi, i tapis roulant professionali sono notevolmente più costosi (e in genere più pesanti e ingombranti) rispetto ai tappeti pensati per un uso casalingo. In linea di massima, si va da poco meno di 200 € ai 3.000 € circa per i modelli da palestra, provvisti di molte funzioni accessorie di cui parlavamo nel punto precedente. 

Qualsiasi sia la scelta, poter avere un tapis roulant come alternativa alle sessioni outdoor può rivelarsi una strategia vincente per variare tipologia di allenamento running.

condividi

commenti

Ciao a tutti, vorrei chiedere un chiarimento perchè leggendo l' articolo di ENDU CHANNEL, ho trovato solo commenti positivi e nessuno negativo, della corsa sul tapis roulant. Avendo scambiato nel tempo, opinioni sul tema con alcuni runners medio/evoluti, piuttosto che con alcuni fisioterapisti, è emerso che la corsa su tapis roulant può dare problemi a tendini e muscoli. Da che parte sta la verità, secondo voi? Grazie Armando

Armando Ongari - 2023-11-06 19:16:10

leggi commenti

scelti per te

adv
adv
vai su

Endu

rispettiamo l'ambiente

Questa schermata consente al tuo schermo di consumare meno energia quando la pagina non è attiva.

Per continuare a navigare ti basterà cliccare su un punto qualsiasi dello schermo o scorrere la pagina.

Clicca qui se invece vuoi puoi disabilitare questa funzionalità per i prossimi 30 giorni. Si riattiverà automaticamente.
Info
Trovata una nuova versione del sito. Tra 5 secondi la pagina sarà ricaricata
Attendere...

Se non vuoi attendere clicca questo link