Preparazione » Miti da sfatare » Preparazione » Correre fa male? Un mito da sfatare
Correre fa male? Un mito da sfatare

Correre fa male? Un mito da sfatare

Correre fa male? In linea di massima no, ma se fatto senza le adeguate cautele può portare a infortuni immediati e fastidi in età avanzata.

Andrea Toso

19 Febbraio 2021

1

Nella nuova puntata di Miti da sfatare vi spieghiamo se correre fa male alle articolazioni.

Laura Scaravonati ci conduce per mano ad un’analisi dei motivi per cui ci sia una l’archetipo per cui correndo tanto ci si trovi sempre comunque con problemi successivi.

Sono diverse motivazioni per chiedersi se correre fa male o no alle articolazioni. Sicuramente è il più impattante degli sport endurance, si corre su fondi duri come asfalto, per lungo tempo, le articolazioni e la schiena ne possono risentire.

Il “però” c’è.

Il quadricipite allenato di un individuo che corra, supporta in maniera ottimale l’articolazione del ginocchio.

Qual è allora il rischio della corsa?

Se la corsa viene improvvisata, partendo da zero, senza alcuna nozione di tecnica, e si decide di correre lunghe distanze, senza adeguate scarpe, magari con sneaker da passeggio o da calcetto, beh magari ci si può creare problemi importanti, perché la nostra struttura non sarà preparata a un carico di lavoro tale.

Meglio il divano quindi?

 

Eh neanche il divano ci preserverà da acciacchi negli anni, senza muscolatura si avranno comunque problemi, come sempre l’ottimale è nella via di mezzo.
Quando iniziamo a correre l’ottimale è progettare l’attività: un elettrocardiogramma per sapere di essere sani e non correre rischi, acquistiamo un paio di scarpe da running (adatte al nostro livello), e procediamo per gradi, iniziando alternando camminata e corsa, fino ad avere indipendenza.

Un altro mito da sfatare sul running è l’incompatibilità con il ciclismo.

Laura Scaravonati è anche allenatore della nazionale di Orienteering MTB, e prescrive ai propri atleti due sedute di running ai suoi atleti, ottenendo un beneficio aerobico enorme, comparato ad allenamenti lunghi e, spesso, freddi in bicicletta.

 Partecipa anche Angelo Furlan nella querelle running ciclismo: la corsa può essere utile ad allenare il volume aerobico, sia per il “fiato” che per mantenersi in linea, con il vantaggio anche di accorciare i tempi di allenamento, senza investire mezz’ora solo per vestirsi…

Endorfine e sorrisi per chi corre bene: uno dei nostri compiti con ENDUchannel, video e contenuti, è consigliarvi su come evitare gli errori, e sfatare miti.



In collaborazione con Volchem