Eventi » Comunicati stampa » Eventi » Alpe Adria Ultra Trail – un evento alla portata di tutti
Alpe Adria Ultra Trail – un evento alla portata di tutti

Alpe Adria Ultra Trail – un evento alla portata di tutti

Alpe Adria Ultra Trail è un evento pensato per soddisfare qualsiasi esigenza, dal runner che cerca lunghe distanze con percorsi impegnativi a quello che preferisce percorsi scorrevoli.

ENDU

23 Giugno 2021

0

Sono tre i percorsi la 25Km, la 60Km e la 137Km, ciò che li caratterizza è la location. Tutti e tre si sviluppano in un contesto affascinante che vi regalerà forti emozioni.

La 25Km: la gara più veloce

La 25 è una gara veloce, possiamo definirla ideale per quel runner abituato a correre su strada in cerca di una gara diversa dal solito.

Possiamo dividere il percorso in due parti:

Nella prima parte, dopo 4km velocissimi su un fondo scorrevole, si affronterà il sentiero dei pellegrini del monte Lussari: un tracciato facile e largo che presenta una pendenza costante (8km; 1300 D+). Questa zona per la sua facilità, costanza e bellezza, è ritenuta una delle migliori palestre di allenamento per runner e scialpinisti del Friuli Venezia Giulia.

La seconda parte è una lunga discesa velocissima e divertentissima (8km; 1700 D-) lungo le piste da sci, un fondo scorrevole dove chi avrà ancora energia potrà “lasciar andare” le gambe in sicurezza.

Arrivo a Tarvisio con Birra e medaglia!

 

ISCRIVITI ALLA 25 KM 

 

 

La 60 Km: la gara più selvaggia

La 60 è la gara più “selvaggia”. Anche questo tracciato è caratterizzato da sentieri facili, salite costanti e impegnative ma non esposte.

La prima parte sarà in comune con il percorso della 25, dopo i 4km veloci si affronterà il sentiero dei pellegrini per poi affrontare la discesa su Cave del Predio.

La seconda parte di circa 30km si sviluppa lungo sentieri collocati in un ambiente molto “selvaggio”. Non ci saranno passaggi impegnativi sulle vette più alte, ma su quelle con che regalano gli scorci più belli. Jof Fuart da un lato e Mangart dall’altro, sotto i piedi i laghi di Fusine e alle spalle il Lussari.

La terza parte è caratterizzata da 13Km di falsopiano e da una discesa non particolarmente impegnativa. Si correrà nei pressi dei bellissimi Laghi di fusine per poi arrivare fino alla finish line.

Un percorso bulimico, ingordo degli affacci più belli. Sentieri sperduti, bellissimi e scorrevoli.

 

ISCRIVITI ALLA 60 KM 

 

 

La 137 Km: lungo sentieri larghi e scorrevoli 

Si parte con la salita al Monte Lussari (9Km; 1000D+) per poi affrontare 12Km di discesa veloce e corribile. È il momento di avvicinarci verso il confine, sarà la salita verso Malga Acomizza che ci condurrà poi in Austria (11Km; 1000D+).
Seguono 45 km di respiro, di cui 10 in una lunga discesa molto veloce e 35 di percorso ondulato nella regione dei Laghi.

Al km 85 inizia la salita più impegnativa. Ripida, lunga, ma completamente ombreggiata e tecnicamente non complessa. Da Faak am See verso la Slovenia.

5 km lungo le creste tra Austria e Slovenia… 5 km sembrano pochi, ma a fil di cresta cambierete idea, per il continuo salire e scendere! Anche qui, un percorso mozzafiato, con un balcone rialzato di 1800 metri, ma sempre senza tratti pericolosi.

Dal 90 al 97 km si scende verso Kranjska Gora dove dopo un ristoro ci si prepara all’ultimo tratto.

15 km di falsopiano verso i Laghi di Fusine, dove si imbocca la salita verso il Rifugio Zacchi per l’ultimo strappo in salita.
Arrivati qui sono solo 5 i kilometri che vi separano dalla discesa che vi porterà all’arrivo, lungo un sentiero escursionistico agevole e in ombra, accarezzando i laghi di Fusine e poi affacciandosi sul Massiccio del Mangart.

Si arriva così alla discesa finale. 15 km di discesa non ripida ma costante che vi porterà di nuovo verso l’altra sponda dei Laghi di Fusine e poi lungo l’Alpe Adria Trail fino a Tarvisio dove vi attende una meritatissima medaglia.

 

ISCRIVITI ALLA 137 KM