Preparazione » Miti da sfatare » Preparazione » Miti da sfatare: se ho il ciclo posso fare sport?
Miti da sfatare: se ho il ciclo posso fare sport?

Miti da sfatare: se ho il ciclo posso fare sport?

Ciclo e sport sono spesso considerati mondi inavvicinabili, ma è davvero così? Laura Scaravonati affronta il tema nella rubrica Miti da Sfatare.

ENDU

05 Aprile 2021

0

Luca Facchinetti, il nuovo arrivato nella famiglia dei presentatori di ENDUchannel prova a rubare la rubrica “Miti da Sfatare” a Laura Scaravonati, ma da uomo sceglie la giornata ed il tema sbagliato!

Il tema trattato da Laura in questa puntata è proprio femminile: “se ho il ciclo, posso fare sport?”

Luca scappa, sei ancora in tempo… ogni donna ha diverse reazioni al ciclo mestruale, ma esistono delle regole universali che Laura ci racconta.
Il ciclo non deve essere un impedimento all’allenamento, ma al contrario può diventare un aiuto ad alleviare i dolori mestruali, producendo endorfine, serotonina e dopamina da utilizzare come antidolorifici endogeni.

È stato dimostrato che l’allenamento, anche ad alta intensità come corsa, ciclismo e nuoto apporti grandi benefici nei giorni del ciclo: primo beneficio, può ridurre la ritenzione idrica; secondo, un corpo allenato risentirà meno dei dolori del ciclo; terzo l’allenamento avrà un grande impatto su umore, ansia e tensione, e ridurrà la voglia di dolce, limitando di conseguenza gli sgarri come ci insegna Iader in Sport Kitchen.

Qualsiasi attività sportiva può lenire i fastidi collegati al ciclo mestruale ma se nel primo giorno si è soggette a giramenti di testa e sbalzi di pressione meglio prestare attenzione, scegliendo un allenamento a basso rischio, come una camminata veloce o il nordic walking.
Alzare la frequenza cardiaca attiva il sistema cardiocircolatorio agendo sulla ritenzione idrica, mentre la stanchezza di un lungo giro in bicicletta porterà ad una produzione di endorfine tale da mettere a tacere i dolori del ciclo!

E con il nuoto cosa bisogna fare?

Il nuoto è l’attività aerobica per eccellenza che fa aumentare i livelli di serotonina e dopamina, gli ormoni del buonumore. Una nuotata lenta, magari con stile a dorso, aiuta a rilassare la muscolatura addominale alleviando i dolori delle contrazioni uterine.

Per iniziare a fare attività sportiva senza uscire di casa, nel caso non si sia abituate, ci si può approcciare all’attività sportiva seguendo i consigli di Mikol Garulli o guardando un tutorial sullo Yoga di ossigenazione e rilassamento, come pure degli esercizi di tonificazione, ma non bisogna lasciare che il ciclo ci stoppi completamente!

Lo sport non è un nemico del ciclo ma al contrario può diventare un alleato naturale per tamponare dolori e sbalzi di umore: meno medicine e più sport!