Trend e prodotti » Guida all'acquisto » Trend e prodotti » Casco bici da corsa: aero, semi-aero e superlight
Casco bici da corsa: aero, semi-aero e superlight

Casco bici da corsa: aero, semi-aero e superlight

Non c’è l’obbligo del casco per chi va in bici. Nel ciclismo su strada la sicurezza va sempre più a braccetto con design, leggerezza e linee aero.

Giovanni Bettini

30 Luglio 2021

0

Casco bici da corsa – ABUS AirBreaker

AirBreaker è il modello di punta della gamma sport di ABUS 100% Made in Italy e viene indossato dagli atleti del Team Movistar e Alpecin-Fenix. Un casco ben riconoscibile perché protegge la testa di Mathieu Van der Poel e di tanti altri campioni. Il Multi Speed ​​Design di ABUS prevede una struttura a nido d’ape nella parte superiore della calotta: a basse elocità questa soluzione permette una veloce evacuazione del sudore e del calore mentre a velocità più elevate il flusso d’aria viene stabilizzato reso costante.

Le feritoie sono ben 24: 11 convogliano l’aria all’interno della struttura mentre altre 13 posizionate nella parte mediana e posteriore sono chiamate ad espellere l’aria. La tecnica costruttiva prevede lo standard In-Mold con l’inserimento di uno scheletro di aramide di rinforzo nel guscio in polistirene espanso sinterizzato (EPS). I cinturini FlowStraps sono stati sviluppati per essere aderenti al viso contribuendo a ridurre anche il rumore ad alta velocità. Sono privi del relativo regolatore che di solito è posto sotto al lobo dell’orecchio e possono essere regolati a seconda delle dimensioni della testa. Altra soluzione tecnica molto interessante è quella che ABUS definisce AirPort. Nella zona posteriore soo stati ricavati due fori per inserire in sicurezza gli occhiali senza influire sull’aerodinamica.

L’ampio spazio tra la struttura del casco ed il semi anello di chiusura posteriore permette una vestibilità comoda ed elegante particolarmente adatta a chi porta la coda.

L’AirBreaker è offerto in 20 varianti di colore e in tre dimensioni: S (51-55 cm), M (52-58 cm) e L (59-61 cm).

Peso: 200g in taglia S.

Prezzo: 249,95 Euro.

 

  Casco bici da corsa – Bliz Zonar e Zonar MIPS

Il gruppo svedese dell’occhialeria Future Eyewear – proprietario del marchio Bliz – dal 2015 ha inserito nei sui cataloghi l’offerta di caschi dedicati al ciclismo. Vento e calore, si sa, sono due variabili ambientali che possono mutare in breve tempo. Il casco Bliz Zonar desidera essere un casco aero polivalente in grado di adattarsi a diverse condizioni climatiche.  L’Airflow Ventilation System™ consente di aprire e chiudere in pochi istanti e con una sola mano un cursore installato sulla calotta. Una soluzione tecnica che regola il flusso d’aria all’interno del casco e che allo stesso tempo consente di non perde di vista l’aerodinamica. Nella fase di ricerca e sviluppo del Zonar, Bliz ha applicato alcune evidenze scientifiche legate alla fluidodinamica a bassa ed alta velocità.  Il flusso d’aria anche a cursore chiuso non viene totalmente neutralizzato per evitare la formazione di umidità e condensa. La costruzione In-Mold prevede un guscio in EPS e la calotta esterna in policarbonato sulla quale sono applicati dettagli riflettenti. Il sistema di ritenzione è a due vie per consentire la regolazione della circonferenza e la posizione frontale. Le feritoie frontali libere dal cursore sono state disegnate per ospitare al meglio gli occhiali Bliz sport.

Il Zonar è disponibile in tre taglie: S (50-54 cm), M (54-58 cm), L (58-61 cm) e un’unica variante colore black/grey.

A catalogo Bliz propone anche il Zonar MIPS (Multi-directional Impact Protection System) con le medesime specifiche in termini di taglia ed un peso di 308g in taglia M.

Peso: 298g, taglia M.

Prezzo: Bliz Zonar 114,95 Euro, Bliz Zonar MIPS 149,95 Euro.

 

Casco bici da corsa – HJC Furion 2.0

HJC è un marchio internazionale che i ciclisti più attenti hanno iniziato a riconoscere a partire dalla stagione 2018 quando i caschi dell’azienda koreana sono sbarcati nel World Tour grazie alla partnership con il team Lotto-Soudal. L’esordio nella massima serie del ciclismo su strada ha accompagnato il lancio mondiale di tre prodotti dedicati alla bicicletta: il casco semi-aero Furion, l’allround IBEX e l’ADWATT dedicato alle prove contro il tempo. HJC tuttavia è un marchio attivo dal 1971 che ha fatto del casco moto il suo filone principale di business.

Le conoscenze maturate in questo ambito unite a processi di ricerca e sviluppo interni e linee di produzione proprietarie traducono in realtà la mission dell’azienda: “fornire caschi di alta qualità, confortevoli e a prezzi ragionevoli ai motociclisti e ai ciclisti di tutto il mondo”. Da questa filosofia e dall’esperienza maturata in MotoGp nasce il Furion 2.0, la seconda generazione del casco semi-aero di casa HJC. Al fine di ottenere la massima ventilazione e la miglior resa fluidodinamica i tecnici HJC hanno applicato i principi dell’effetto Bernoulli nei test eseguiti nella galleria del vento proprietaria e in vita reale. I risultati degli studi comparativi hanno dimostrato che il Furion 2.0 permette di “risparmiare, durante l’utilizzo, il 7% di energia” rispetto ad altri tre modelli di marchi concorrenti. Altra caratteristica interessante è il SELFIT™  un sistema di adattamento automatico e autoregolante. Una impostata regolata la vestibilità, il casco non richiede ulteriori regolazioni. Quando la testa si muove all’interno del guscio durante l’attività il sistema SELFIT™  regola automaticamente le sue impostazioni.

Il Furion 2.0 è disponibile in tre taglie: S (51-56 cm), M (55-59 cm),  L (58-61 cm) e dieci colorazioni.

Peso: 190g (±10).

Prezzo: 199 Euro.

 

Casco bici da corsa – LAS Azimut

Azimut è la novità di casa LAS per il 2022.

Un casco dedicato alle prove contro il tempo e all’utilizzo durante le stagioni fredde che ben si presta anche all’utilizzo in ambito urbano grazie al design sobrio ed essenziale. L’aerodinamica è il criterio che ha ispirato l’azienda di Pradalunga (Bg) guidata da Gregorio Togni nelle varie fasi del processo di ricerca e sviluppo. La calotta esterna In-Mold presenta nove fori (tre frontali, due superiori, quattro posteriori) di canalizzazione dell’aria.

L’imbottitura interna – completamente estraibile e lavabile a mano in acqua fredda con sapone neutro – vede l’impiego di tessuto tecnico con trattamento Interpower® per una rapida asciugatura e Sanitized®. Il cinturino in nylon nero è pressato e stirato con cuciture a contrasto e traforato longitudinalmente per la massima traspirazione. Il regolatore taglia ad anello è il Nano 3D già ampiamente collaudato su altri modelli al vertice della gamma LAS. Gli spessori e gli ingombri della micro rotella e dei tiranti sono ridotti rispetto al sistema 3D standard, inoltre, è possibile operare la regolazione in altezza nella zona occipitale con una sola mano.

Due le taglie disponibili a partire dal mese di novembre: SM (54-59 cm) e LXL (57-62 cm). Quattro le varianti colore a catalogo: night black, ice white, magma red, traffic grey.

Peso: 280g riferito alla taglia SM.

Prezzo: 124,90 Euro.