Sport Kitchen, cosa mangio se mi alleno a cena

Sport Kitchen, cosa mangio se mi alleno a cena

Andrea Toso

Iader Fabbri per la rubrica Sport Kitchen ci presenta un possibile recovery meal per l’allenamento svolto a ora di cena.

13 Aprile 2021

Condividi:

Lo stesso allenamento svolto in momenti diversi della giornata ha esigenze nutrizionali di preparazione e recupero differenti, come ci spiega Iader Fabbri nella puntata odierna di Sport Kitchen.

Iader Fabbri ci ha insegnato come prepararci a livello alimentare quando ci alleniamo a pranzo: sia nel caso in cui fossimo seduti comodi a casa, in ufficio o quando ci troviamo in giro per lavoro e dobbiamo arrangiarsi, senza esserci portati dietro uno spuntino ad hoc.

Ovviamente se si progetta di allenarsi di sera, finita la giornata lavorativa, ci si deve confrontare con altri fattori, tra cui l’aver consumato già molte energie e soprattutto il rischio di sovralimentarsi nel post training e andare a letto con troppe calorie a disposizione dell’organismo, con il rischio si tramutino in grasso.

Non sappiamo che alimenti scegliere?

Iader ci presenta una sua interpretazione del recovery meal, dedicato a chi voglia perdere peso.

Se abbiamo fatto una buona colazione, simile a quella che ci ha presentato nell’apposita puntata di Sport Kitchen, e seguiamo la giusta filosofia alimentare, potremo allenarci in maniera ottimale.

Se il nostro obiettivo fosse quello di dimagrire, potremmo agire spezzando la cena in due blocchi: una prima parte dedicata al pre allenamento e la seconda a quando rientriamo a casa ad attività conclusa.

Questo lo spuntino bilanciato ottimale, con i 3 macronutrienti, carboidrati, proteine e grassi, che consiglia Iader:yogurt magro, con meno del 10% di grassi, ricotta per addizionare qualche grammo di proteine, e dei grassi nobili come può essere la frutta secca oleosa, mandorle o noci.

Questo spuntino per il recupero avrà, oltre a un buon bilanciamento tra macronutrienti che permette il recupero muscolare ottimale, anche un buon potere saziante, tale da permetterci di andare a dormire senza attacchi di fame, dato che proteine e grassi hanno tempi di digestione lunghi.

L’alternativa nel mondo dell’integrazione può arrivare da uno shaker di proteine idrolizzate come quelle di Volchem, veloci nell’assimilazione ed a bassissimo contenuto calorico, ma con egual potere saziante.

Un buon allenamento termina a tavola, con i nutrienti adatti a recuperare lo sforzo fatto.


In collaborazione con Volchem

condividi

commenti

È molto interessante

Iole Ronchi - 2021-04-17 08:35:37

leggi commenti

newsletter

Rimani sempre aggiornato grazie alla nostra newsletter!

vai su

Endu

rispettiamo l'ambiente

Questa schermata consente al tuo schermo di consumare meno energia quando la pagina non è attiva.

Per continuare a navigare ti basterà cliccare su un punto qualsiasi dello schermo o scorrere la pagina.

Clicca qui se invece vuoi puoi disabilitare questa funzionalità per i prossimi 30 giorni. Si riattiverà automaticamente.
Info
Trovata una nuova versione del sito. Tra 5 secondi la pagina sarà ricaricata
Attendere...

Se non vuoi attendere clicca questo link