Eventi » Comunicati stampa » Eventi » Omar Di Felice: una nuova avventura contro i cambiamenti climatici
Omar Di Felice: una nuova avventura contro i cambiamenti climatici

Omar Di Felice: una nuova avventura contro i cambiamenti climatici

L’obiettivo di questa nuova avventura sarà quello sensibilizzare l’opinione pubblica sugli impatti dei cambiamenti climatici e sugli effetti devastanti che sono ormai sotto gli occhi di tutti.

ENDU

20 Ottobre 2021

0

L’ultracyclist e avventuriero Omar Di Felice è pronto per una nuova avventura, questa volta di carattere sociale e volta ad affrontare il tema spinoso dei cambiamenti climatici.

Pedalerà da Milano a Glasgow, dove avrà sede la COP26, la conferenza delle Nazioni Unite sul clima del 2021.

Un totale di 2000 km attraverso Svizzera, Germania, Lussemburgo, Belgio, Francia e infine Regno Unito, dove, dopo l’attraversamento del canale della Manica, arriverà a Glasgow a seguito di un passaggio a Londra.

 

La bicicletta è il mezzo di trasporto ad impatto zero sull’ambiente: consente di muoverci in modo sostenibile e contribuisce a risolvere il problema della mobilità nei centri urbani. La scelta è stata quindi facile: non c’era mezzo migliore per comunicare questo messaggio.

Un viaggio il cui obiettivo sarà quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sugli impatti dei cambiamenti climatici e sugli effetti devastanti che sono ormai sotto gli occhi di tutti, non solo attraverso le immagini e le testimonianze raccolte lungo la strada (l’avventura passerà attraverso alcuni luoghi simbolo, come la regione dei ghiacciai svizzeri in Ticino, Friburgo, la città “verde” da anni una delle eccellenze europee in termini di mobilità sostenibile e abbattimento delle emissioni dovute al traffico veicolare, alcune centrali nucleari francesi e altri luoghi che offriranno lo spunto per alcune riflessioni sul tema) ma anche grazie al supporto di alcuni scienziati, tecnici e climatologi che accompagneranno “virtualmente” Omar lungo il percorso verso Glasgow.

Quasi giornalmente, infatti, sui canali social dell’atleta, andranno in onda delle dirette live in cui ci sarà il confronto diretto con alcuni dei più grandi esperti in materia (per il calendario si rimanda ai dettagli nel programma in calce) secondo delle tematiche individuate preventivamente.

 

 

Inoltre Omar racconterà alcune curiosità sulla storia della COP (i vertici annuali durante i quali, da quasi 30 anni l’ONU riunisce vari Paesi per i negoziati sul clima) e dei cambiamenti climatici grazie alla collaborazione con Italian Climate Network– www.italiaclima.org e al supporto scientifico della coordinatrice Clima e Advocacy dell’associazioneMarirosa IannelliICN è impegnata da 10 anni nella lotta ai cambiamenti climatici e partecipa dal 2011 come “observer” ai negoziati sul clima UNFCCC

L’avventura prenderà il via ufficialmente dal Mobility Hub di Shimano Italia(Pero, Milano) Sabato 23 Ottobre per concludersi alla vigilia dell’inaugurazione della COP26 a Glasgow il sabato seguente, 30 Ottobre, dopo 2000 km in 8 giorni che sarà possibile seguire grazie anche al link al live tracking sulla mappa realizzata sul portale di ENDU Sport e disponibile al seguente LINK

Il 31 Ottobre, Omar entrerà simbolicamente alla COP26 con la sua bicicletta, veicolando il messaggio da cui prende il nome il nuovo progetto “Bike to 1.5°C”attraverso il quale si farà portavoce dei temi legati ai cambiamenti climatici e alla mobilità sostenibile attraverso una serie di avventure a tema ambientale di cui Milano-Glasgow sarà il primo capitolo.

Da Glasgow, infine, ripartirà sempre in sella alla bicicletta in direzione sud, fermandosi a Londra dove sarà ospite (insieme ad altri ciclisti e campioni del mondo del pedale) a “Rouleur Live”, la celebre esposizione annuale, salendo sul palco per raccontare delle sue recenti avventure e per un panel sulla sostenibilità.

Omar partirà con la nuovissima Wilier Triestina RAVE Slr in assetto da bikepacking, portando con se tutto il necessario per le lunghe giornate in sella e la gestione della raccolta dei contenuti di cui verrà composto il racconto giornaliero.

 

 

Presentazione del progetto

21.10 – Diretta Facebook / Youtube – Omar dialoga con Serena Giacomin presidente ICN e climatologa. “Come sta la Terra?”

Programma Tappe

23.10 – Milano – Altdorf 220 km – 3170 m. D+

Alle ore 21.00 diretta su Facebook con Elisa Palazzi e Potito Ruggiero a tema “La fusione dei ghiacciai: il cambiamento climatico si tocca con mano” 

24.10 – Altdorf – Friburgo 182 km – 2050 m. D+

Alle ore 21.00 diretta su Facebook con Matteo Dondè a tema “Urbanistica e mobilità sostenibile: la sfida delle città del futuro”

25.10 – Friburgo – Dudelange 280 km – 1760 m. D+

26.10 – Dudelange – Mortagne D.N. 262 km – 2060 m. D+

27.10 – Mortagne D.N. – Canterbury 287 km – 740 m. D+

28.10 – Canterbury – Leicester 265 km – 1950 m. D+

con la partecipazione del climatologo ed esperto meteo Scott Duncan

29.10 – Leicester – Gayle 240 km – 2450 m. D+

30.10 – Gayle – Glasgow 254 km – 1690 m. D+