Eventi » Comunicati stampa » Eventi » Mystic Ride in Arizona
Mystic Ride in Arizona

Mystic Ride in Arizona

Siamo andate a Sedona nel Red Rock State Park, a testare le nuove LIV Pique e Hail. Geometrie e soluzioni […]

Sport Press

21 Febbraio 2017

0

Siamo andate a Sedona nel Red Rock State Park, a testare le nuove LIV Pique e Hail. Geometrie e soluzioni tecniche specifiche per donne ma non solo infatti, LIV è un modo “contagioso” per vivere la mountain bike.

Liv, in esclusiva per l’Italia, il brand fondato da Giant 5 anni fa, ci ha inviato a Sedona (Arizona) per provare dal vivo le due nuove mtb Pique e Hail.

Le fasi di preparazione prima dell’uscita in bici con Leigh Donovan

Un’esperienza sicuramente fuori dal comune perché, oltre a vivere un’avventura entusiasmante in bici, abbiamo vissuto uno dei momenti più importanti per la storia degli Stati Uniti. Infatti, il nostro arrivo in Arizona ha coinciso con l’elezione del nuovo presidente, ma questa è davvero un’altra storia. A Sedona, che si trova tra le contee di Yavapai e Coconico nel Red Rock State Park, abbiamo potuto respirare aria di frontiera, di misticismo (grazie alle numerose presenze indiane Navajo) e, naturalmente, abbiamo potuto apprezzare fino in fondo le caratteristiche delle due nuove bici di Liv Pique e Hail grazie ai percorsi molto tecnici. Insieme a noi una ventina di giornaliste provenienti da tutto il mondo, principalmente dai paesi dove è presente un distributore del marchio Giant e LIV.

Giant e Liv

Il colosso taiwanese nasce nel 1972 come produttore per altri brand e nel 1986 inizia a sviluppare  bici con un proprio marchio. Creatore in un certo senso della geometria sloping, da sempre Giant ha cercato di abbinare soluzioni tecniche d’avanguardia a prezzi competitivi. 5 anni fa nasce, come marchio esclusivo dedicato al pubblico femminile LIV. Pochi al mondo producono bici con geometrie specifiche per donne e con soluzioni tecniche abbinate che siano favorevoli alle caratteristiche fisiche femminili e al loro modo di pedalare.

Isabel Del Castillo, LIV Global PR, Communications & Partnership Manager

LIV è sicuramente all’avanguardia nel proporre questa filosofia che abbraccia bici e accessori. Come ci ha ben spiegato Amy Stanfield, Global Marketing Director, con LIV tutte coloro che pedalano hanno la possibilità di realizzare un’esperienza unica grazie alla tecnologia che è presente nei prodotti LIV. Sicuramente quello che è stato importante per LIV durante questa presentazione è stato riuscire a comunicare i vantaggi che si hanno utilizzando LIV.

Alcuni momenti in bici lungo il Mescal to Canyon Fools

Confrontandoci anche con Isabel Del Castillo, Liv Global PR, Communications & Partnerships Manager Manager, la scelta di Sedona va in questa direzione: possibilità di provare le bici su percorsi specifici ma anche abbracciare in toto la filosofia LIV. In questo senso il brand è vincente sul mercato in quanto i prodotti sono “just for women”, accessibili e in grado di avvicinare biker meno esperte al mondo dell’enduro, soprattutto con i due modelli presentati.

Le 3F di LIV

Non per niente LIV ha fatto delle 3F la base della produzione dei suoi prodotti, strada, cx e mountain bike. Si tratta di Fit, quindi la capacità di avere una bici con caratteristiche ergonomiche specifiche. Form: nelle varie declinazioni dell’intera gamma (performancesport e lyfestyle) LIV sviluppa una serie colori che abbinano bici, abbigliamento e accessori.  Grande attenzione ai dettagli per essere tecniche e performanti. Function: produzione di bici che siano leggere, veloci ma anche performanti e con caratteristiche specifiche per la donna. Un esempio è l’utilizzo della fibra di carbonio la stessa delle bici Giant ma usata in modo differente sulle bici da donna. Per esempio attraverso una diversa geometria per aumentarne la leggerezza, la resistenza e la rigidità. Il tutto sia per quanto riguarda i telai che per manubri e componenti vari…

LIV PIQUE… peak performance

Nel corso dei giorni passati a Sedona la prima bici provata è stata la Pique, una bici da xc che, però, è stata definita come una mtb ideale per approcciarsi in generale al mondo della mtb. Si tratta dell’evoluzione della Lust con una miglioria per quanto riguarda la forcella, infatti la nuova Pique ne monta una da 120mm e il modello Sx una da 140mm.

Erin Lamb, LIV Global Product Manager

A presentarci la bici Erin Lamb, LIV Global Product Manager, la quale ci ha raccontato come Pique Advaced voglia essere una bici ideale per la discesa ma non solo, infatti attraverso un basso stand-over la bici risulta molto maneggevole e questa è sicuramente una delle sue caratteristiche principali. Proprio per questo la bici è risultata ideale sui passaggi pietrosi e i rock garden naturali presenti sui sentieri percorsi. Inoltre, le ruote da 27,5” consentono una grande maneggevolezza e si tratta sicuramente della misura ideale per il pubblico femminile. In Italia abbiamo la possibilità di trovare sul mercato Pique Advnced 2 e Pique 2 GE che si differenzia leggermente dalla Pique Advanced 0 testata.

Caratteristiche tecniche principali Pique

  • Il design è quello che fa capo alle 3F di LIV quindi per avere un prodotto efficiente, performante e comodo.
  • Telaio in fibra di carbonio, la Advanced 2 è in carbonio e alluminio.
  • SRAM XX1 Eagle 1×12.
  • Freni SRAM’s XC Ultimate.
  • Maestro Suspension Technology in grado di fornire una totale indipendenza tra parte anteriore e posteriore della bici.
  • Forcella RockShox RS-1 Fork with 120mm.
  • Ammortizzatore RockShox Deluxe RT3, 120 mm di escursione.
  • Manubrio Giant SLR Composite da 750 mm in grado di fornire stabilità e maneggevolezza.
  • Canotto reggisella Giant Contact SL d.
  • Boost 15×110 [anteriore], 12X148 [posteriore] in grado di migliorare la rigidità, la guida e lo spazio per i copertoni.
  • Ruote Sram 27.5” per un migliore controllo, ripresa di pedalata e stabilità.

Gamma Pique: Advanced 0, 1 e 2

– Pique 1,2 e 3 Gamma Pique Advanced SX.

Da sx la giornalista di Bike4Trade Marta Villa e la campionessa Leigh Donovan

La nostra prova

Il primo giorno di test è stato dedicato alla bici più da xc sul sentiero Chuckwagon all’interno del Red Rock State Park. Insieme a noi Leigh Donovan che ha preferito farci fare una serie di esercizi di posizione in sella sia per testare le nostre capacità sia per farci capire come lavorava la bici . Questo soprattutto per la parte di sospensione posteriore Maestro in grado di fornire una sorta di capacità basculante alla bici. Il sentiero si è snodato in circa 8 km di single track con una serie di cambi di pendenza e rock garden naturali che, per noi, sono stati un vero spasso con questa bici. I piccoli canyon si sono alternati a passi su rocce mediamente impegnative e non pochi sono stati i preziosi consigli della Donovan. La bici ci ha colpito principalmente per la sua capacità di reazione, adattabilità estrema al terreno e sicurezza nei tratti in discesa. Maneggevole, anche grazie anche alle ruote da 27,5” che nella taglia XS sono l’ideale. Una bici da xc ma con cui sicuramente si può fare qualcosa in più.

Hail Advanced

HAIL… to the queen

Hail è la bici che con forcella da 160mm permette di scendere ovunque. Sempre attraverso la tecnologiaMaestro la bici è in grado di dare una sensazione di indipendenza tra anteriore e posteriore che, unito alla forcella con un’escursione più spinta, è sicuramente una bici orientata al mondo dell’enduro. La Hail Advanced, che in Italia è disponibile nella versione 1 quindi con telaio in carbonio/alluminio, si è sicuramente dimostrata la bici ideale per divertirsi in sicurezza. Come dice il claim di presentazione “Hail to the queen” è la bici per stupire in discesa e avere la giusta spinta in salita. Equipaggiata con ruote da 27,5” si tratta dello standard ideale di LIV per il pubblico femminile.

Caratteristiche principali LIV Hail Advanced 1 e Hail 2

  • Il design è quello che fa capo alle 3F di LIV quindi per avere un prodotto efficiente, performante e comodo.
  • Telaio in fibra di carbonio, la Advaced 1 carbinio / alluminio; Hail 2 in alluminio.
  • Maestro Suspension Technology in grado di fornire una totale indipendenza tra parte anteriore e posteriore della bici.
  • Forcella Fox 36 Talas Perfromace con 2 posizioni 1.
  • Cambio Shimano Deore XT.
  • Cambio SRAM X01 Eagle 1X12 nella versione testata.
  • Freni SRAM Guide Ultimate Carbon, in Italia Shimano SLX.
  • Ruote Sram 27.5” per un migliore controllo, ripresa di pedalata e stabilità, Schwalbe’s Magic Mary e raggi in carbonio.
  • Boost 15×110 [anteriore], 12X148 [posteriore] in grado di migliorare la rigidità, la guida e lo spazio per i copertoni.

Liv

La nostra prova

Ad accompagnarci lungo il trail “Mescal to Canyon FoolsLindsey Voreis. Diciamo subito che una bici di questo tipo ti porta a fare passaggi di solito saltati, come drop o tratti veloci con sassi. Senza dubbio il fatto di pedalare in luoghi così magici come quelli del Red Rock State Park e ammirare il Boynton Canyon hanno senza dubbio contribuito ma la reattività e la forcella fanno senza dubbio della HAIL una bici divertente e meno rigida dalla Pique.

Liv Launch in Sedona, Arizona, November 2016

Il percorso prevedeva una prima parte molto scorrevole alla base delle rocce, di circa 6,5 km, per poi proseguire dopo un passaggio sul van verso lo Scorpion Trail. 3,5 km secchi di single track con qualche saltino dove bisognava essere ben decisi su dove passare. Non ci siamo risparmiate e insieme alle mie compagne di viaggio ci siamo buttate a valle. Non potevamo certo rinunciare a un’occasione simile!

Advanced Composite Technology

Nello sviluppo dei suoi prodotti LIV utilizza la filosofia delle 3F, già citate prima, ed è in grado di produrre delle geometrie di telai specifiche grazie a un database di misure molto dettagliato e al prezioso contributo della pro rider Light Donovan. In questo modo, per la prima volta, LIV è in grado di offrire una serie di opzioni di lavorazione del carbonio ideali per xc, xc/trail ed enduro. Si tratta di una lavorazione del carbonio specifica che tiene conto di caratteristiche fisiche femminili e uso. Risulta così un prodotto in grado di fornire un ottimo feeling tra anteriore e posteriore della bici, efficienza della pedalata, leggerezza, bilanciamento tra rigidità, leggerezza a norma e diminuzione delle vibrazioni.

Master Suspension Technology by Giant

Entrambe le mtb testate durante il press trip sono equipaggiate con la tecnologia di sospensione posteriore Maestro, brevettata da Giant. In estrema sintesi possiamo dire che questo tipo di accorgimento consente una migliore trazione, comfort e velocità. L’efficienza della pedalata è mantenuta constante nei cambi di ritmo e pendenza, il tutto anche grazie a una sorta di indipendenza totale tra il sistema di frenata posteriore e anteriore. È come se la bici si muovesse in modo indipendente consentendo di avere la massima aderenza al terreno e non perdere mai la velocità. Maestro utilizza 4 punti strategici per sviluppare la sua forza e le sue caratteristiche e due punti di snodo in grado di dare una sorta di flessibilità alla mtb. Migliora così l’efficienza della pedalata e la trasmissione della propria potenza.

Leigh Donovan e Lindsey Voreis

Le nostre guide Leigh Donovan e Lindsey Voreis

Ambasciatrici del brand LIV nel mondo le due atlete di livello internazionale hanno una notevole importanza nello sviluppo del prodotto. Infatti, una delle caratteristiche delle bici LIV è la continua ricerca sul campo sia offroad che road. Leight è stata campionessa mondiale DH nel 1995, argento nel 1996 e bronzo nel 2001, anno in cui si è ritirata dalle competizioni dopo aver vinto la Coppa del Mondo di Dual Slalom. È tornata alle competizioni alla Sea Otter Classic nel 2003 4 nel 2004.

Liv Launch in Sedona, Arizona, November 2016

Soprannominata “Skitman” per la sua velocità e avversaria storica della nostra Giovanna Bonazzi. La Donovan ci ha accompagnate nella prova della Pique, prima però ci ha preparate con un mini corso su posizione corretta in bici e tecnica. Lindsey è anche lei ambasciatrice LIV e collabora attivamente allo sviluppo del prodotto. Atleta di xc, dh e oggi Enduro è istruttrice, membro IMBA e molto impegnata in corsi e tour dedicati alle donne e alla guida in bici. Anche con lei, durante la prova della HAIL, una serie di stop tecnici per testare e migliorare le nostre capacità su sentieri e drop.

di Marta Villa

Tratto da Bike4Trade