Persone » Like a Pro » Persone » L’integrazione alimentare di due Ironman: Alessandro Degasperi e Nicola Duchi

L’integrazione alimentare di due Ironman: Alessandro Degasperi e Nicola Duchi

Abbiamo incontrato due veri e propri Ironman che ci hanno raccontato come gestiscono la loro integrazione prima, durante e dopo una gara così lunga.

Lorenza Bernardi

22 Giugno 2022

0

Alessandro Degasperi ha iniziato a competere nel 1996 ed è ormai un veterano delle lunghe distanze (tra i suoi piazzamenti ricordiamo due vittorie all’Ironman di Lanzarote), tant’è che ormai, oltre che allenarsi, sta cercando di far fiorire nuove leve. Tra queste c’è Nicola Duchi, classe 1998, che ha già ottenuto diversi risultati nel triathlon, dimostrando di essere uno “tosto”, vincendo l’Ironman 70.3 Sardegna.

L’Ironman, la distanza più sfiancante del triathlon, si compone di 3,8 km di nuoto, 180 km di bici e, per finire, la maratona (ovvero 42,195 km). Ma cosa bisogna mangiare per diventare un Ironman? O meglio: quale strategia nutrizionale si deve scegliere sia a tavola che in gara?

Quando devono fare un lungo allenamento in bici, Alessandro e Nicola si preparano una borraccia ‘giusta’, con una miscela di carboidrati a lento rilascio e lunga durata in aggiunta a un po’ di sali (volendo si potrebbero aggiungere anche un po’ di amminoacidi, per ripristinare il muscolo già durante lo sforzo di endurance).

Ma quanto è importante l’integrazione e l’idratazione per un triatleta professionista?

Tantissimo. Talmente tanto che si dice che l’integrazione è la quarta disciplina del triathlon.
L’importante è provare i prodotti durante gli allenamenti lunghi, come se fossero vere e proprie simulazioni, per vedere cosa va bene per noi e sapere già quali prodotti utilizzare in gara.
Durante la competizione è importantissimo nutrirsi con regolarità senza andare mai ‘in scarico’: per tale scopo può essere utile mettere nell’orologio degli allarmi che scandiscano questi momenti.
Per il dopo gara via libera ovviamente all’integrazione con amminoacidi (da consumare entro la mezz’ora) che vadano a ricostruire il muscolo.

 

In collaborazione con Volkswagen Grand California e EthicSport