Trend e prodotti » Tech & Test » Trend e prodotti » La Wilier Triestina 0 SL: prezzo contenuto sì, ma quali prestazioni?

La Wilier Triestina 0 SL: prezzo contenuto sì, ma quali prestazioni?

Abbiamo testato una sorprendente Wilier Triestina 0 SL per vedere se la sorella minore (e dal prezzo più contenuto) della 0 SLR può comunque essere competitiva. La risposta in questo video.

Lorenza Bernardi

06 Luglio 2022

0

Da una parte un nuovo modello di bicicletta da provare (questa volta la Wilier “0 SL”), dall’altra Angelo Furlan e la sua voglia contagiosa di stressare il mezzo per testarne le prestazioni: quale accoppiata più azzeccata?

Ebbene sì, anche questa volta il nostro Angelo si è cimentato in una serie di ‘strapazzi’ (salita, discesa a bomba, vallonato) per stilare un pagellino della sorella della più famosa Wilier Triestina “0 SLR”, la bici che ha vinto nel 2020 il Giro di Lombardia. La domanda alla base era questa: è possibile condensare in una bicicletta dal prezzo competitivo le medesime prestazioni della sorella maggiore?

Procediamo con ordine, con qualche dato alla mano:

  • il design è identico a Wilier “0 SLR” ma con una grafica dedicata. Le sezioni dei tubi nelle varie taglie sono progettate in modo tale che rigidità, qualità di guida e comfort siano le stesse su ogni diversa misura di telaio 6 misure disponibili).
  • il telaio però, a causa di una diversa laminazione del carbonio, pesa circa 200 grammi in più della sorella maggiore (930 grammi); il manubrio è semi-integrato in alluminio
  • è stato realizzato un nuovo reggisella in carbonio monoscocca con disegno proprietario di Wilier Triestina. Di forma snella, richiama i profili a coda tronca dei modelli aerodinamici Cento10PRO e Cento10NDR. Disponibile in due geometrie: setback di 0mm e di 15mm, compatibili con fissaggio sella Ritchey 1-Bolt. Il fissaggio al telaio avviene tramite un expander alloggiato all’interno del tubo orizzontale
  • la geometria è comunque votata a chi vuole una bicicletta veloce
  • l’angolo del tubo di sterzo è “chiuso” al punto giusto, 72,15°: il che si traduce in una forcella ben reattiva

 

È una bici abbastanza leggera, nonostante i 200 grammi in più rispetto alla SLR?

La risposta è sì.
Anche nei momenti di rilancio sul tornante, il telaio non ‘affonda’ e i watt che mettiamo nel corpo pedale vengono tradotti in avanzamento. Questa bicicletta è decisamente un’alleata in salita.

Ma la Wilier “0 SL” si comporta molto bene anche in discesa (nessuna sbavatura, neppure a forzarla) ed è adattissima sui percorsi misti, i mangia-e-bevi: quando la si lancia, ti culla nei su e giù.

Concludendo: la Wilier Triestina “0 SL” si dimostra un’ottima bici da corsa pura, una bici per andare forte, senza compromessi. Qualche compromesso in realtà c’è perché la bici conta un paio di etti in più ed è corredata di qualche componente meno prestigioso rispetto al top di gamma (la “0 SLR”), ma c’è da dire che quella “R” in più vi farà spendere il doppio. E questa Wilier vi farà comunque fare un figurone in griglia di partenza: sì, perché questa bici è decisamente adatta al granfondista che vuole farsi dei percorsi con qualche salita lunga. 

In collaborazione con Volkswagen Veicoli Commerciali e Wilier