Trend e prodotti » Tech & Test » Trend e prodotti » Il body da triathlon Hardskin “Von Kármán Tri” nato in galleria del vento, è davvero performante?
Il body da triathlon Hardskin “Von Kármán Tri” nato in galleria del vento, è davvero performante?

Il body da triathlon Hardskin “Von Kármán Tri” nato in galleria del vento, è davvero performante?

Per la rubrica tech&test Luca Facchinetti indossa il body da triathlon Hardskin Von Kármán Tri, nato da studi in galleria del vento, per studiarne la resa

Andrea Toso

01 Aprile 2021

0

Il tech & test di oggi è dedicata il body da triathlon di Hard Skin “Von Kármán Tri”, studiato in galleria del vento per garantire a lungo massimo comfort , migliorando anche l’aerodinamica, risparmiando watt o migliorando la performance. 

Luca Facchinetti, ex pro di triathlon diventato coach, mette a dura prova il body HardSkin con test su bici da crono, in corsa ed in vasca.

Dagli albori del triathlon in cui la divisa era composta da un costume ed una canotta si è arrivati a disegnare dei body innovativi, che non vanno solo ad aiutare nella prima frazione, quella natatoria, ma cercano la massima resa soprattutto in quella ciclistica, quella in cui si passa più tempo e di conseguenza si spendono maggiori energie.

Simone Omarini, product manager di HardSkin chiacchierando con Luca a bordo del Volkswagen California Beach di ENDUchannel , spiega la genesi del body Von Kármán Tri: l’aerodinamica è il focus su cui sono stati compiuti gli studi, dai quali è emerso che le superfici tonde, come la zona delle maniche dell’atleta che pedala, con materiali tradizionali lisci, diventano un ostacolo allo scorrimento dell’aria. La soluzione pensata da HardSkin è quella di utilizzare un tessuto rugoso che a parità di watt erogati in una frazione bike di 90 km, migliora la performance di almeno 3 minuti.

Il tessuto inoltre garantisce elasticità ottimale anche nelle frazioni di nuoto e corsa.

La lunga giornata di test richiede energie aggiuntive: per il giro in bici Luca Facchinetti si prepara una borraccia di Isodrink Volchem e inserisce nelle comode tasche posteriori del body qualche un paio di Energen 40, gel a base di maltodestrine che apportano 62 kcal al pezzo.

Pronti a partire!

Luca scarica la bici dal Volkswagen California Beach di ENDUchannel ed inizia il test in bici.

Il body Von Kármán Tri di Hard Skin è stato testato in galleria del vento, per trovare la massima resa ed il marginal gain massimo possibile.

Il tessuto del body Von Kármán Tri viene percepito da Luca  come super confortevole sia in posizione aero che pedalando mani sul manubrio. Un tessuto rigido può infatti dare performance nelle prime due frazioni del triathlon, ma compromettere la frazione di corsa bloccando il diaframma ed annullando quindi i vantaggi ottenuti. Il fondello pensato per le lunghe distanze lascia un’ottima sensazione di pedalata, con un volume minimo che comunque non pregiudica il comfort neanche in posizione aero.

A completare il body Von Kármán Tri si aggiungono anche le calze che aiutano l’aerodinamicità, con una doppia trama, sul piede leggera e traspirante, setosa ed aerodinamica sul mezzo polpaccio.

Il body Von Kármán Tri diventa una seconda pelle già in bici, elastico e stabile su tutto il corpo: quando i muscoli si riempiono di sangue in salita cede senza fastidiose compressioni.

Riposta la bici sul Volkswagen California Beach di ENDUchannel, Luca si siede sul divanetto ad infilare le scarpe per provare la corsa con il body Von Kármán Tri. Il movimento delle spalle durante la corsa non è vincolato dal tessuto, il fondello non da fastidio, ma soprattutto il body non ha richiesto assestamenti di posizione dall’inizio delle riprese. Luca ha forse esagerato con la taglia S per il suo metro e 80, ma l’elasticità dei tessuti premia la sfida che il coach ha lanciato ad HardSkin.

È tempo di un Energen 40 Volchem, riponendo anche il packaging vuoto nella tasca, come bisognerebbe sempre fare in assenza di un cestino, e Luca inizia una progressione fino a 2’50” per valutare la seconda pelle del body Von Kármán Tri.

Prova superata.

Lo scollo del body Von Kármán Tri, insieme alle tasche, preoccupano Luca per la frazione nuoto.
L’ampio taglio del collo potrebbe infatti far entrare acqua come le tasche, così confortevoli da raggiungere, potrebbero gonfiarsi creando effetto paracadute, frenando la nuotata. Il test viene superato a pieni voti: il tessuto dimostra un’ottima idrorepellenza ed il fondello non viene percepito.

Il test spietato di Luca Facchinetti al body Von Kármán Tri di Hard Skin non ha trovato falle in questo prodotto studiato su evidenze scientifiche, che garantisce massima performance.


In collaborazione con:

Volkswagen Veicoli Commerciali

Volchem