Lifestyle » Discovering » Food Valley Bike: sapori e natura dell’Emilia in bicicletta

Food Valley Bike: sapori e natura dell’Emilia in bicicletta

Abbiamo pedalato sulla Food Valley Bike, da Parma a Busseto, un percorso cicloturistico di oltre 70 km che ci fa scoprire le bellezze del territorio tra castelli, antiche corti rurali, vini, cibo e località da sogno. 

Lorenza Bernardi

23 Novembre 2022

0

Partenza da Parma per pedalare su questo meraviglioso itinerario ciclabile, la Food Valley Bike, che costeggia in modo suggestivo il fiume Po. Destinazione della prima tappa: Colorno.

Prima tappa: Parma-Colorno

Prima sosta per degustare due primi piatti tipici del territorio: l’anolino in brodo, e il tortél dóls (piatto tipico di Colorno) conditi con burro e abbondante Parmigiano-Reggiano Dop.
La ricetta del tortél risale al Ducato di Maria Luigia d’Austria, seconda moglie di Napoleone, amatissima Duchessa di Parma che trascorreva il periodo estivo a Colorno. 
A Coenzo si può deviare a Brescello, il mitico paese che è stato set cinematografico dei film di Don Camillo e Peppone, tratti dai romanzi di Giovannino Guareschi.

Dopo circa 40 km si arriva a Colorno, noto per la bellissima Reggia, conosciuta anche come la piccola Versailles.  Elegante struttura architettonica settecentesca con giardino storico, fontane e berceaux, dimora estiva dei duchi di Parma, Farnese, Borbone e di Maria Luigia d’Austria. Grandi sale da parata ornate da preziosi arredi, pavimenti in marmo policromo, stucchi e affreschi ostentano il lusso della corte ducale. L’Osservatorio Astronomico interamente affrescato e la maestosa cappella di corte, dotata di un imponente organo, completano il complesso monumentale.

Sosta all’agriturismo Antica Grancia, antica struttura di origine benedettina ai piedi dell’argine maestro del Po. Qui, per la colazione, servono, oltre a crostate e specialità casalinghe, pane e marmellata di prugne zucchelle. 

Seconda tappa: Busseto (con tappa a Polesine Zibello)

Dopo aver incontrato il castello di Roccabianca, che ospita al proprio interno un museo del distillato e liquori, è doverosa una tappa a Polesine per assaggiare il delizioso culatello di Zibello Dop, in uno dei luoghi della zona di produzione. L’ingrediente principale per produrlo, pensate, è la… nebbia, che entrando nelle cantine dove è appeso, attiva le muffe nobili che conferiscono aroma e sapore al pregiato salume. Da degustare con un ottimo Lambrusco o Fortana.

Tappa d’obbligo a Busseto, la città natale di Giuseppe Verdi, con il suo teatro da 300 posti, omaggio dei cittadini al genio musicale dell’illustre compositore. Decorato in cartapesta e dotato, sotto la platea, di una cassa armonica che gli regalano un’acustica perfetta, ha ospitato negli anni, autentiche leggende come Arturo Toscanini, Franco Zeffirelli e Riccardo Muti.

Questa intitolata alla Food Valley Bike chiude il ciclo delle cinque puntate dedicate a Emilia Bike Experience.  Questo itinerario così immerso nella natura, che lambisce più volte il Po e adatto a cicloturisti di tutte le età, è il degno completamento di un racconto meraviglioso che ha toccato alcuni dei posti più suggestivi d’Emilia. 


In collaborazione con Volkswagen Veicoli Commerciali, Hardskin, Cambiobike, Comune Parma