Preparazione » Allenamento » Preparazione » Costanza e flessibilità: come sopravvivere agli allenamenti invernali
Costanza e flessibilità: come sopravvivere agli allenamenti invernali

Costanza e flessibilità: come sopravvivere agli allenamenti invernali

L’inverno è un periodo particolare nella vita di un triatleta: la stagione dalle gare si è ormai conclusa da tempo, […]

Dad 2 Tri

23 Dicembre 2015

0

L’inverno è un periodo particolare nella vita di un triatleta: la stagione dalle gare si è ormai conclusa da tempo, e gli obiettivi per la prossima stagione sono ancora lontani.

E così il clima freddo e umido, oltre alle tentazioni del periodo delle feste, mettono a dura prova la nostra voglia di allenarci con costanza!

Nonostante tutto, in questo periodo mi sto allenamento molto più del solito, perché alla fine della scorsa stagione mi sono dato un nuovo grande obiettivo: partecipare alla mia prima gara di Ironman 70.3 (una gara di circa 6 ore, composta da 1,9  km di nuoto, 90 km di ciclismo e 21 km di corsa).

Per prepararmi a questo obiettivo, da ottobre ho iniziato la preparazione con la guida di un nuovo coach: saranno 9 mesi in cui dovrò migliorare molto, sia come intensità, sia come durata.

Che cosa mi sta insegnando questa esperienza?

Sto imparando sulla mia pelle che la parte più dura degli allenamenti non solo le ripetute oltre soglia nella corsa, o le infinite “vasche a tutta” in piscina, o le estenuanti SFR sulla bici montata sui rulli.

La parte più dura degli allenamenti è trovare la forza di allenarsi tutti i giorni.

È trovare dentro di me la voglia di preparare il borsone degli allenamenti tutte le mattine, di uscire a correre a pranzo nell’umido della nebbia mentre tutti i miei colleghi pranzano al calduccio.

La sfida è trovare la forza di entrare in acqua e nuotare fino allo sfinimento alla fine di una giornata iniziata 14 ore prima. O montare la bici sui rulli per 45 minuti di SFR nel ritaglio di tempo tra il lavoro e la cena con la famiglia.

La sfida più grande è la costanza

Per noi triatleti non professionisti, il miracolo è riuscire a coltivare giorno dopo giorno la voglia di allenarsi e riuscire a mantenere l’equilibrio tra la nostra famiglia, gli allenamenti e il lavoro.

A volte mi chiedo dove trovo la voglia di fare tutto questo.

Alcuni allenamenti sono coinvolgenti, e li vivo quasi come un evento sportivo: certe sessioni di ripetute, o certe uscite in bici, sono davvero sfidanti e piacevoli. Ma la maggior parte degli allenamenti, lo ammetto, solo pura fatica.

E allora come si fa a non mollare, soprattutto ora che gli obiettivi sono ancora lontani?

La molla che mi spinge ogni giorno a seguire il mio percorso di allenamento è la consapevolezza che sto lavorando per migliorarmi, sto affrontando delle fatiche oggi per essere domani più forte, più veloce e più resistente.

Mi immagino tagliare il traguardo in splendida forma dopo una lunga gara, e magicamente mi torna il sorriso e la voglia di affrontare l’allenamento quotidiano.

La flessibilità è la nostra migliore alleata

Ma “costanza” non significa rigidità: a chi non è mai capitato che un impegno imprevisto, o semplicemente la stanchezza, impedisca di seguire puntualmente il programma di allenamento?

La nostra giornata è già abbastanza piena di impegni e di imprevisti: non vogliamo che gli allenamenti ci complichi la vita ancora di più!

Il fattore chiave per riuscire ad allenarsi con costanza e allo stesso tempo non rendere difficili le nostre giornate, è la flessibilità, ovvero la capacità di riprogrammare i nostri impegni sportivi.

Mi capita spesso di dover saltare un allenamento perché il lavoro si prolunga più del previsto, o perché c’è un impegno familiare a cui non voglio mancare: un coach capace di modificare “al volo” la tabella degli allenamenti è una benedizione!

In fondo, nel bilancio complessivo di molti mesi di allenamento, un allenamento saltato non sposterà di molto la mia prestazione!

E, alla fine, sono sicuro che la costanza e flessibilità di questi mesi saranno ripagate sulla linea del traguardo delle gare della prossima stagione!