Lifestyle » ENDU Gear » Lifestyle » Che differenza c’è a impennare in bici o in moto?

Che differenza c’è a impennare in bici o in moto?

Amici di Endu Channel, lo sapete che Endu Gear è la rubrica un po’ fuori di testa dove diamo sfogo alle nostre idee più folli?

ENDU

07 Aprile 2022

0

Abbiamo incontrato Igor Berzi, motociclista e anche ciclista, direttore di Superbike Italia, perché ci frullava per la testa una domanda: che differenza c’è a impennare con una moto o con una bici? Così oggi siamo qui e abbiamo diverse moto e biciclette, per mostrarvi una vera e propria scuola di impennate.

Impennare in bici e in moto è una delle parole più cliccate sui motori di ricerca. Se c’è tutta questa attenzione verso le impennate significa che sono uno strumento di divertimento, ma anche di ricerca di equilibrio, di migliorare la vostra consapevolezza sulla bici, sempre divertendovi.

Inoltre, voglio ricordarlo: impennare in bici è legale, e fa anche bene al sorriso, basta che non vi cappottiate! Vediamo quindi come fare…

Per impennare in bici non bisogna avere paura di tirare il manubrio a sè e di spingere contemporaneamente sui pedali. Se si esagera, si può sempre appoggiare i piedi all’indietro… per questo vi consiglio di iniziare ovviamente con una bici senza pedali a sgancio rapido. La sella non deve essere troppo alta. Poi il freno posteriore può aiutarvi a modulare l’impennata, quindi tenete le dita sulla leva.

Ma in moto, aiutata da un potente motore, è più semplice?

Igor sostiene che : “Molti ciclisti, sono anche motociclisti, proprio come me, che ho entrambe le passioni. Impennare in moto è diverso rispetto alla bici.

Innanzitutto la moto è più pesante ma ha anche il motore che aiuta. Con un 4 tempi è più facile rispetto a un motore a due tempi, la coppia ai bassi permette di impennare anche senza troppa velocità.

Io, poi, mi aiuto con il freno posteriore, che mi dà l’equilibrio nel movimento di impennata, un breve tocco e si può calibrare l’impennata. 

Certo, per chi vuole imparare a impennare con una moto è meglio comunque iniziare con una MTB, anche per evitare di distruggere la moto e farsi male con il peso importante.

E’ diverso poi impennare in base alla tipologia di moto. La Kawasaki naked che abbiamo oggi è una moto leggera che si impenna anche in uno spazio breve mentre la supersportiva MV Agusta con un filo di gas raggiunge i 100 all’ora e ha quindi bisogno di spazi più ampi per impennare.


In collaborazione con: Volkswagen Veicoli commerciali