Trend e prodotti » Insider » Trend e prodotti » Bosch 2017. Il mercato, il futuro e le novità
Bosch 2017. Il mercato, il futuro e le novità

Bosch 2017. Il mercato, il futuro e le novità

La popolarità della bicicletta è in aumento: da mezzo di trasporto o strumento per svolgere l’attività fisica si è rapidamente […]

Sport Press

06 Marzo 2017

0

La popolarità della bicicletta è in aumento: da mezzo di trasporto o strumento per svolgere l’attività fisica si è rapidamente trasformato in un vero e proprio fatto di costume. Si può dire che il mezzo di locomozione del futuro arriva dal passato. A giovarne saremo noi, ma anche le nostre città e Bosch è in prima fila a seguire questa evoluzione.

Complice anche la popolarità delle politiche ambientali stiamo assistendo ad una vera e propria rinascita per il mezzo di trasporto “green” per eccellenza: la bicicletta. In tutto questo ad aiutare il settore sembra proprio esserci anche lo zampino delle eBike. I dati parlano di un lieve calo della vendita delle bici tradizionali, mentre un sorprendente boom per quanto riguarda quelle a pedalata assistita; nel 2014 ad esempio ne sono stati venduti più di 56.000 pezzi in Italia. Bosch è saldamene leader del settore per quanto riguarda i propulsori e sostiene che, entro pochi anni, le bici elettriche raggiungeranno la quota del 30% del mercato totale della bicicletta.

Le previsioni positive del mercato e-Bike e le tendenze

Le eBike, per qualità e prestazioni, hanno finalmente raggiunto l’eccellenza e una propria maturità, dopo anni di dibattiti ed incertezze, vengono percepite dall’utente, non più come un mezzo furbo, ma come un prodotto “in”, adatto a numerosi stili di vita e di utilizzo della bici. Il prezzo medio di una eBike nel 2015 è aumentato dell’8% e si assesta intorno ai 3280 euro, 3050 per le city bike e 3890 per le mountain bike, una cifra piuttosto alta, che denota l’attenzione dell’utente verso un acquisto di qualità e giustifica gli investimenti di Bosch per la creazione di un prodotto al top del mercato.

 

I modelli più richiesti sono quelli di carattere più prettamente sportivo, la prova è il successo del motore Bosch Performance CX installato su un quarto delle eBike motorizzate dalla casa di Stoccarda; mentre le batterie ora, invertendo la tendenza del passato, sono per un 60% al tubo obliquo e un 40% al portapacchi e sono quasi tutte al litio, rimpiazzando quelle vecchie al piombo. In controtendenza con i maggiori mercati di consumo, la stragrande maggioranza degli acquirenti opta per un punto vendita locale (82%), mentre solo una minima parte procede all’acquisto on line; pare quindi che la consulenza specifica di un negoziante sia una delle specifiche richieste durane l’acquisto, come anche un’assistenza diretta sul territorio.

Il motore come fattore predominante per la scelta

Secondo le ricerche di mercato, l’87% delle eBikes vendute nel 2016 avevano il motore centrale, Bosch fin dall’inizio ha sposato questa filosofia, per i suoi molti vantaggi. “Basso centro di gravità e ottimale distribuzione dei pesi, aumentano la maneggevolezza la guidabilità e quindi la sicurezza del mezzo” sostiene Claus Fleischer, head chief del reparto eBikes di Bosch. Altro fattore è la resa del sistema che permette autonomie maggiori, grazie a un’efficienza migliore.

Le eBike, un mezzo di trasporto tra i più efficenti

Sono molti gli usi diversi che possono essere fatti di una bicicletta a pedalata assistita. A tal proposito uno studio del Federal Ministry for the Enviroment, Nature Conservation, Building and Nuclear Safety inglese, sostiene che solo il 20% degli utilizzatori di eBikes usa il proprio mezzo unicamente a scopo ricreativo. Da ciò deriva chiaramente che per l’80% la bici elettrica è parte integrante della propria vita quotidiana, quindi viene utilizzata per gli spostamenti a breve raggio in maniera continuativa; tragitto casa lavoro, shopping e attività varie sono le modalità di utilizzo più frequente. Un terzo delle persone coinvolte in vari studi, prendono in considerazione l’idea di poter effettuare il tragitto casa-lavoro in eBike, mentre addirittura il 50% pensano ad una possibile sostituzione parziale dell’auto con questo mezzo di trasporto. Questi sono chiari segnali di quanto l’argomento cominci ad essere sentito e la necessità di contribuire ad uno sviluppo sostenibile, salvaguardando l’ambiente, cominci ad essere parte integrante della cultura dei popoli europei. Bosch dal canto suo propone una vasta gamma di prodotti e di servizi  in grado di fornire soluzioni per queste crescenti esigenze.

Le novità di Bosch

Lo sviluppo della gamma a Stoccarda non si ferma mai e di anno in anno ulteriori aggiornamenti vengono apportati e nuovi prodotti introdotti. Per il 2017 le novità sono interessanti, tutte votate alla praticità e funzionalità.

Ciclocomputer Purion

La novità più interessante è sicuramente il nuovo ciclocomputer Purion. Mira all’essenziale Bosch con questo prodotto che rappresenta il più piccolo strumento in gamma. Pensato per le city bike, è stato apprezzato anche dai produttori di mtb di alta gamma, dove la semplicità del prodotto non altera in nessun modo la performance e la resa del mezzo durante l’utilizzo più estremo.

Dual Battery

Il sistema DualBattery montato su una Cargo eBike

Sistema per collegare due batterie con un unico cavo a “Y”, pensato per il mercato in espansione delle cargo bike, potrebbe finire anche su bici da cicloturismo visto l’aumento dell’autonomia di marcia che ne deriva. Il cavo gestisce il consumo delle batterie usando in parallelo la potenza a disposizione.

Compact Charger

Carica batterie da viaggio, trasportabile per poter effettuare ricariche dove e quando serve, più leggero e dagli ingombri ridotti rispetto al carica batterie tradizionale. Occupa il 40% in meno di spazio ma allunga un po’ i tempi di ricarica. Facilmente stipabile in un normale zaino può permettere con agio uscite di più giorni.

www.bosch-ebike.com

di Gabriele Vazzola 

Articolo tratto da Bike4Trade