Preparazione » Motivazione » Preparazione » Bici e Corsa: la combo vincente
Bici e Corsa: la combo vincente

Bici e Corsa: la combo vincente

Le due discipline, non solo possono essere complementari ma, possono integrarsi aiutando a migliorare il livello di allenamento generale.

Nicolò Cantoni

29 Luglio 2021

0

Vediamo insieme quali benefici può dare questo allenamento combinato.

Dopo aver passato gli ultimi anni a macinare chilometri su chilometri di corsa per prepararmi agli obiettivi stagionali, quest’anno ho deciso di dedicare più tempo alla bicicletta. Ho scoperto che le due discipline, non solo possono essere complementari ma, possono integrarsi aiutando a migliorare il livello di allenamento generale.

In questo periodo nel quale tutte le nostre certezze sono venute a mancare e abbiamo visto cancellare molti eventi sportivi dal calendario, siamo stati costretti a modificare le nostre abitudini. Questo cambiamento ci ha insegnato a non focalizzarci sull’obiettivo agonistico ma a concentrarci su noi stessi: il nostro benessere psicofisico, il divertimento e il raggiungimento degli obiettivi personali.

Vediamo insieme quali benefici può dare questo allenamento combinato.

 

 

Cambiare lo stimolo allenante aiuta innanzitutto ad alleggerire, a livello mentale, gli allenamenti. Variare sport ci dà la possibilità di poter aumentare il carico di lavoro aerobico nel periodo di costruzione, aumentando il volume di allenamento, senza sollecitare eccessivamente le articolazioni e quindi diminuendo le possibilità di infortunio. L’allenamento combinato aiuta a migliorare anche le nostre funzioni metaboliche aumentando la densità mitocondriale delle cellule muscolari e la capillarizzazione, favorendo l’apporto di ossigeno e di conseguenza di sostanze nutritive.

La bici aiuta a rafforzare la muscolatura con il vantaggio, rispetto agli allenamenti specifici eseguiti in palestra, di allenare anche la fase aerobica.

Avere un buon tono muscolare è molto importante nella corsa e soprattutto per chi pratica trail running perché la salita e la discesa richiedono un grande impegno muscolare.  Il problema maggiore, infatti, è la fase eccentrica (la discesa) responsabile delle microlesioni delle fibre muscolari. Questa capacità può essere allenata solo in modo specifico e va ricreata durante gli allenamenti.

È giusto ricordare che per ottenere la migliore performance è fondamentale allenare la specificità del gesto tecnico, qualunque sia lo sport da noi praticato.

Alternare i due sport è molto divertente e permette ad un atleta non professionista di mantenersi in ottima forma diminuendo il rischio di avere infortuni.