Trend e prodotti » Guida all'acquisto » Trend e prodotti » Abbigliamento: allenarsi nei mesi più freddi
Abbigliamento: allenarsi nei mesi più freddi

Abbigliamento: allenarsi nei mesi più freddi

Per alcuni può sembrare un periodo estremo nel quale allenarsi, ma in realtà, se ben attrezzati, correre in questa stagione riserverà tante emozioni, oltre che apportare diversi benefici psico-fisici.

Eleonora Corradini

17 Gennaio 2022

2

Correre nei mesi più freddi è senza dubbio un’esperienza unica.
Per alcuni può sembrare un periodo estremo nel quale allenarsi, ma in realtà, se ben attrezzati, correre in questa stagione riserverà tante emozioni, oltre che apportare diversi benefici psico-fisici.
L’aria fresca e la bassa temperatura stimoleranno il desiderio di mettersi a correre, sempre che siate vestiti nella maniera opportuna.
Si tende a credere che nella corsa l’attrezzatura sia ridotta ai minimi termini; genericamente si pensa ad utilizzare un buon paio di scarpe per essere sufficientemente equipaggiati per correre. In realtà, se vogliamo goderci appieno il nostro sport preferito in questa stagione, dovremo prestare molta attenzione all’abbigliamento.

La temperatura

Per prima cosa dobbiamo necessariamente valutare la temperatura con la quale si correrà. Nello stesso periodo, anche se invernale, potremmo ovviamente trovare diversi tipi di clima, in base alla posizione in cui ci troveremo. Non esiste perciò una regola standard nel vestirsi, ma una giusta valutazione dell’ambiente e delle condizioni metereologiche di quel preciso luogo e momento.

Testa e Mani

Nel periodo invernale, soprattutto in presenza di vento, è consigliato utilizzare un copricapo che sia in grado di proteggere le orecchie e la testa. E’ bene acquistarlo con materiale idoneo e tecnico. Stessa identica cosa vale per l’acquisto di un buon paio di guanti per le mani e uno scaldacollo che, come intende la parola stessa, servirà per riparare il proprio collo.
Io utilizzo guanti marca “Gore Wear” mod. Stretch Infinium, scaldollo e copricapo della “Compress Sport”.

 

Gore Wear – Stretch Infinium

Busto e Schiena

La maglia termica a maniche lunghe è il primo indumento da indossare durante una corsa invernale. Lo scopo primario di questo vestiario è quello di creare una sorta di seconda pelle, in grado di favorire la termoregolazione corporea e di isolarci dal freddo. Maggiore sarà la qualità di questo indumento, maggiore sarà la sua leggerezza, il suo potere d’isolamento e la sua comodità.
Sopra la maglia termica bisognerebbe indossare un altro strato sintetico, anch’esso con lo scopo di emarginare il freddo. Se dobbiamo affrontare un allenamento (o gara) ridotto e a bassa intensità, è consigliato indossare un secondo strato più pesante, mentre se dobbiamo partecipare ad un’attività di lunga distanza, oppure intensa, è importante scegliere un secondo strato più leggero.
Come ultimo step di abbigliamento, per proteggere busto e schiena, dobbiamo valutare un vestiario di tutela contro gli agenti atmosferici (pioggia, neve, umidità, vento). Una giacca da running è l’ultimo strato necessario che, pur paradossalmente, deve garantire la maggior traspirabilità possibile, per favorire la termoregolazione corporea. Esistono tante tipologie di giacche da running; ci sono quelle più impermeabili, utili soprattutto nei trail e nelle condizioni più estreme, e ci sono quelle con meno potere protettivo utili se l’attività sarà più breve e intensa.
In caso di condizioni climatiche più favorevoli, è possibile optare anche l’acquisto di una giacca smanicata.
La giacca con cui personalmente mi trovo meglio è quella anti vento e anti pioggia, con cerniera integrata, di Hoka. Mentre per quanto riguarda le maglie termiche, nel periodo invernale, utilizzo sempre prodotti Compress Sport, mod. “Seamless Zip Sweatshirt” oppure “3D Thermo Ultralight Racing”.

 

Compress Sport – Seamless Zip Sweatshirt

 

Gambe

Gli organi vitali sono concentrati nella parte più alta del nostro corpo, ma ugualmente non dobbiamo tralasciare il giusto abbigliamento per proteggere le nostre gambe dalle condizioni climatiche invernali. Nei casi di freddo intenso sarà comunque sufficiente utilizzare pantaloni lunghi, tipo leggins, molto stretti e aderenti, fabbricati con materiale tecnico sportivo, capaci di non limitare i nostri movimenti. Nel periodo invernale, solitamente, indosso pantaloni Compress Sport, tipo modello “Seamless Pants” o “Full Legs”.

 

Compress Sport – Seamless Pants

 

Piedi

I calzini tecnici saranno, come al solito, importantissimi per mettere i piedi a proprio agio all’interno delle calzature da running. Ovviamente ne esistono di diversi tipologie specifiche anche per il periodo invernale.
Io solitamente utilizzo i calzini V3.0 Run Light di Compres Sport. Le scarpe, sempre in grado di fare la differenza per una migliore comodità e prestazione, sono ovviamente anch’esse fondamentali per affrontare il periodo più freddo dell’anno. Dovranno essere impermeabili e protettive, ed è anche per questo che in alcuni casi, si privilegia la scelta di scarpe da trail, in quanto quelle classiche da corsa possiedono una suola molto liscia, inadatta soprattutto sulla neve, e una tomaia molto traspirante in mesh che non sempre sarà la scelta ottimale per ripararsi dalle condizioni climatiche del momento. Personalmente indosso Hoka, modello “Carbon X” oppure “Mach”

 

Hoka Mach 4

 

Anche l’inverno è in grado di regalare tante emozioni per chi corre, perciò non troviamo scuse; nel 2021 possiamo attrezzarci al meglio anche per affrontare temperature pungenti, perciò vestiamoci al meglio e usciamo senza paura. Oltre la mente, anche la salute ne gioverà.